Home » Arti Marziali

Arti Marziali

Libri Arti Marziali

I segreti dei samurai
Le antiche arti marziali

Autore: Oscar Ratti / Adele Westbrook
Editore: Edizioni Mediterranee
Data Pubblicazione: 30 settembre 1983
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 500 pagine
ISBN: 978-8827201664
Peso articolo: 1,04 kg

Questo volume dedicato alle arti marziali del Giappone feudale, illustra dettagliatamente le armi, le tecniche, le strategie e i principi di combattimento che resero così terribili i guerrieri giapponesi. Si tratta dell’unica opera occidentale dedicata a questo argomento. Partendo da una panoramica delle prime lotte tumultuose per la supremazia politica, il volume segue e presenta l’affascinante ed inarrestabile ascesa della classe militare verso il potere assoluto. Tutte le più importanti arti marziali sono esaminate in maniera particolareggiata, e l’evoluzione di ognuna di esse è seguita attraverso i più famosi maestri e combattenti. Gli autori trattano inoltre di metodi di preparazione e di allenamento pressoché sconosciuti, considerati generalmente esoterici e spesso anche di origine divina: essi avevano lo scopo di aiutare lo sviluppo del potere interiore dell’uomo, e di fondere tutte le sue energie in un’unica forza concentrata. Il volume si conclude alle soglie dei tempi moderni, e fornisce in tal modo un’ampia e accurata retrospettiva per una migliore comprensione delle arti marziali così come vengono oggi praticate, che si sono irradiate dal Giappone in tutto il mondo. Riccamente illustrato, questo studio si approfondisce su ogni forma e tipo di arte marziale, a mani nude o con armi. Oltre che appassionati e cultori di arti marziali, il volume interessa anche studiosi e collezionisti di armi ed armature, i quali troveranno nel testo numerose e dettagliate illustrazioni.

Storia delle Arti Marziali
L'avventura delle discipline da combattimento

Autore: Stefano Di Martino
Editore: Odoya
Data Pubblicazione: 26 novembre 2020
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 432 pagine
ISBN: 978-8862886307
Peso articolo: 515 g
Dimensioni: 21 x 33 x 15,7 cm

Fin dagli albori della storia il complesso di discipline di combattimento armate e disarmate che conosciamo come “arti marziali” ha accompagnato lo sviluppo della civiltà. Nei secoli le arti del combattimento, in Oriente e in Occidente, sono state tecniche di sopravvivenza, discipline filosofiche, attività ludiche, sportive e, dal Novecento, hanno parzialmente cambiato finalità ponendosi soprattutto come pratiche educative per tutti, abbandonando le caratteristiche più violente allo scopo di migliorare il fisico e la mente di chi le esercita. L’autore, che vanta una trentennale esperienza come atleta, insegnante, giornalista e promoter, ripercorre la storia dell’evoluzione delle tecniche di combattimento dall’antichità a oggi in una panoramica agile e avvincente. Dalle prime tecniche praticate da Egiziani e Babilonesi fino alle discipline coltivate da monaci buddhisti, santoni indù, samurai e contadini in rivolta, la storia delle arti marziali si sviluppa come un travolgente racconto sull’avventura dell’Uomo. Attraverso continui mutamenti e sviluppi si è giunti alle moderne Mixed Martial Arts, riservate a campioni professionisti, mentre nelle palestre si coltivano dottrine che insegnano il rispetto di se stessi e dell’avversario. Non mancano aneddoti e ritratti di personaggi chiave, oltre che un’analisi paese per paese delle singole scuole, con cui l’autore traccia un quadro esaustivo di un mondo esaltante in continua evoluzione.

Le arti marziali tradizionali cinesi in epoca moderna
Ignoranza e decadimento

Autore: Giacomo De Angelis
Editore: Luni Editrice
Data Pubblicazione: 22 ottobre 2020
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 192 pagine
ISBN: 978-8879847063
Peso articolo: 390 g

«Questo tipo di ignoranza culturale-marziale, ormai tramandata e consolidata da oltre un secolo, è la causa dell’inefficacia di tali tecniche, e quindi il decadimento di quelli che oggi sono definiti erroneamente stili tradizionali, i quali, assurti ormai a verità assiomatiche, rendono estremamente difficile invertire questa tendenza alla mediocrità». Così questo libro annuncia l’oggetto delle sue pagine: la diffusione dell’ignoranza e della mediocrità all’interno delle scuole di arti marziali tradizionali cinesi e non solo. La trattazione che ne segue è una sorta di genealogia di questa involuzione che, nella prosa spesso scanzonata di De Angelis, tocca campi differenti, dalla politica, all’educazione, dalla filosofia e religione, alla stessa vita sociale, offrendo paragoni e differenti riflessi da Oriente a Occidente, dal passato al presente e viceversa. Tuttavia, per l’autore, questa involuzione è iniziata diversi secoli fa, quando l’arte marziale ha avviato un processo di alienazione dalle tecniche militari, quando l’abilità ha ceduto il posto all’esteriorità, la pratica reale all’idealizzazione del movimento, la competenza alla mediocrità. De Angelis, ripercorrendo delle tappe importanti della cultura cinese, analizza e spiega nel dettaglio i concetti e le teorie marziali più rilevanti, dandone la giusta connotazione in un mare di credenze impeccabilmente false.

Il controllo del flusso energetico nelle arti marziali

Autore: Giovanni Orlandi
Editore: Edizioni Mediterranee
Data Pubblicazione: 16 luglio 2020
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 120 pagine
ISBN: 978-8827230480
Peso articolo: 260 g
Dimensioni: 15,6 x 0,9 x 22,1 cm

Per le filosofie orientali l’energia dell’uomo deriva da quella dell’universo. La tradizione indica tre grandi scuole che si sono occupate dell’energia dell’universo: la scuola indiana del Prana, basata su una speculazione globale (l’uomo nell’universo); la scuola cinese del Qi, basata maggiormente sulla salute umana; la scuola nipponica del Ki, basata principalmente sull’azione. Per tutte le tradizioni una buona fonte di approvvigionamento esterno di energia è rappresentato da come respiriamo. Apprendere le tecniche di controllo del respiro è infatti fondamentale per introdurre e mantenere l’energia del corpo umano. Esaminando i principi delle scienze occidentali e delle tradizioni orientali Orlandi ha indagato come entriamo in contatto con la nostra energia interiore, come la incrementiamo e come possiamo controllare lo spostamento di energia durante l’esecuzione delle tecniche di autodifesa e combattimento. Per la loro corretta esecuzione è necessario conoscere il significato e l’applicazione della tecnica ma anche saper incanalare efficacemente il flusso di energia negli arti interessati. L’autore Giovanni Orlandi spiega il Budo ni okeru Kiryuuno Seigyo cioè Energia e flusso energetico. Ma cos’è l’energia? Qual è la sua sorgente originaria e come si può controllare il flusso per ottenere una efficace applicazione nelle tecniche di autodifesa e combattimento? La natura stessa di questa ricerca ha portato l’Autore a trattare l’argomento dal punto di vista occidentale e dal punto di vista orientale. In Occidente indagare il concetto di energia ha richiesto all’autore un approccio multidisciplinare che tocca i campi della fisica, della biologia, chimica, medicina sportiva, biomeccanica, cultura e pratica marziale. Per quanto riguarda la cultura orientale invece, il concetto di Qi è ampiamente radicato nella tradizione. L’energia interna e dell’Universo è da sempre un argomento molto presente nelle discipline orientali, che sia chiamata in cinese Qi oppure in giapponese Ki, ed è ciò che fa a differenza tra le arti marziali orientali e gli sport di combattimento occidentali. Con riferimento a quest’ultimo ambito, nel libro sono state prese in esame le tecniche disarmate delle principali arti marziali giapponesi: aikido judo e karate.

Il Libro dei cinque anelli

Autore: Miyamoto Musashi
Editore: Feltrinelli
Data Pubblicazione: 22 Ottobre 2020
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 160 pagine
ISBN: 978-8807894404
Peso articolo: 180 g
Dimensioni: 13 x 1,02 x 19,99 cm

Noto anche con il titolo “Il Libro dei Cinque elementi”, poiché i cinque capitoli che lo formano recano il nome dei cinque elementi costitutivi del mondo – Terra, Acqua, Fuoco, Aria e Vuoto –, questo volume è la sintesi di tutta l’esperienza del maestro di spada Miyamoto Musashi. Ciascuno dei cinque elementi incarna una forma di strategia e chi li padroneggia alla perfezione è pertanto un samurai invincibile. Secondo Musashi il guerriero deve affrontare qualsiasi situazione della vita con la stessa impostazione mentale con cui scende in battaglia: la sua prima raccomandazione è di conoscere a fondo il proprio nemico, per preparare il terreno e prevenirne l’iniziativa. Inoltre, un’importanza cruciale assumono le tecniche psicologiche, per vincere l’avversario piegandone la mente. Non a caso, quest’opera viene frequentemente accostata a “L’arte della guerra” di Sun Tzu: come il classico di strategia militare cinese, ha la capacità di parlare a tutti coloro che perseguono un obiettivo o devono superare delle difficoltà, nella vita come nel lavoro. La presente edizione è tradotta dal giapponese ed è corredata da un’appendice contenente il Dokkodo, ovvero La Via da seguire da soli, il brevissimo manoscritto terminato pochi giorni prima di morire, in cui Musashi condensava in ventun precetti la propria eredità spirituale.

La via in rosa
Donne e arti marziali

Autore: Valeria Raeli
Prefazione: Ferdinando Balzarro
Editore: OM
Data Pubblicazione: 30 luglio 2020
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 213 pagine
ISBN: 978-8892720091
Peso articolo: 330 g
Dimensioni: 15 x 1,5 x 21 cm

Sebbene da numerosi decenni la presenza delle donne in qualsivoglia attività umana, sia indiscusso dato di fatto, nonché acclarata la di loro capacità di raggiungere altissimi livelli nelle più disparate discipline artistiche e sportive, per quanto concerne le Arti Marziali, una vera e propria diretta testimonianza di tale straordinaria esperienza non era mai stata considerata, né tanto meno descritta e infine puntualmente raccolta in un libro… perlomeno in Italia. Nel libro “La via rosa”, l’autrice Valeria Raeli si pone l’obiettivo di colmare almeno in parte tale lacuna intervistando otto delle più significative esponenti e maestre di Arti Marziali (di esclusiva matrice giapponese): Karate, Judo, Kyudo, Aikido, Kendo. Dalla loro stessa voce scaturiranno i principali motivi di una scelta di vita, le difficoltà incontrate, le emozioni, i dubbi e le contraddizioni, i sacrifici, le fulgide soddisfazioni, il puro amore per l’Arte, la monolitica passione. Pur essendo tutte campionesse dal glorioso passato agonistico, la componente volutamente posta in risalto, riguarda appunto quell’arduo percorso, la “Via” …il “DO”, che ognuna di esse ha compiuto e ancora umilmente prosegue, sempre alla ostinata ricerca di sé e per lasciare le proprie tracce alle nuove generazioni. Non mancherà il contributo di cinque importanti maestri di karate, Judo e Aikido che esprimeranno il loro punto di vista sul magico quasi melodico richiamo della “Via in Rosa”. Prefazione di Ferdinando Balzarro.

I calci nelle Arti Marziali
Il testo di riferimento per i praticanti di ogni stile

Autori: Mark De Bremaeker / Roy Faige
Illustratore: S. Navot
Traduttore:
M. Faccia
Editore:
Edizioni Mediterranee
Data Pubblicazione: 29 aprile 2015
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 257 pagine
ISBN: 978-8827225776
Peso articolo: 760 g
Dimensioni: 28,2 x 1,9 x 21,3 cm

In una situazione di autodifesa, un calcio ben assestato può salvarvi la vita. In una gara, può essere la chiave della vittoria. Questo libro ha un unico scopo: aiutarvi a perfezionare l’abilità nel calciare per poter utilizzare efficacemente l’arma più potente del vostro arsenale. Questa opera di consultazione presenta l’intera serie dei calci di base delle arti marziali. Corredata di foto a colori e diagrammi particolareggiati, è una lettura per tutti i praticanti desiderosi di affinare e ampliare le proprie tecniche.

L'arte della guerra

Autore: Tsu Sun
Editore: Feltrinelli, 3° edizione
Data Pubblicazione: 5 giugno 2013
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 96 pagine
ISBN: 978-8807900525
Peso articolo: 140 g
Dimensioni: 13 x 0,61 x 19,99 cm

“Se conosci il nemico e te stesso di sicuro vincerai” Il modo migliore per essere certi di vincere una guerra è assicurarsi la vittoria ancora prima di iniziare a combattere: questo è il principio fondante dell’Arte della guerra, con ogni probabilità il più antico manuale strategico della storia (VI secolo a.C.). Un obiettivo raggiungibile studiando i punti di forza e di debolezza dell’avversario, mantenendo la consapevolezza dei propri limiti ma anche la fiducia nelle proprie potenzialità, sorprendendo continuamente il nemico. E, prima di ogni altra cosa, controllando le informazioni, perché grazie alla conoscenza il destino della battaglia può davvero essere scritto prima che lo scontro cominci. L’essenzialità del messaggio e l’efficacia del magistero di Sun Tzu hanno fatto dell’Arte della guerra un testo di culto per chiunque voglia raggiungere un obiettivo nella vita o nel lavoro, dal manager al generale, dallo sportivo all’artista.

Hagakure
Il libro segreto dei samurai

Autore: Yamamoto Tsunetomo
Editore: Mondadori
Data Pubblicazione: 16 gennaio 2009
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 204 pagine
ISBN: 978-8804588504
Peso articolo: 259 g
Dimensioni: 12,8 x 2,2 x 19,6 cm

Pubblicato per la prima volta nel 1906, ma composto due secoli prima, Hagakure è una delle opere più famose e controverse tramandateci dalla letteratura giapponese. Esso racchiude l’antica saggezza dei samurai sotto forma di brevi aforismi. L’autore, Yamamoto Tsunetomo, vissuto in un’epoca di pace e di conseguente decadenza della figura del samurai, si chiuse in un monastero buddhista, dove per sette anni ammaestrò all’antico codice d’onore il giovane Tashiro Tsuramoto. L’allievo trascrisse le conversazioni avute con il maestro e le raccolse negli undici volumi che compongono “Hagakure”, preziosa testimonianza di un pensiero complesso e positivo, ben diverso dallo stereotipo del kamikaze votato all’annullamento di sé ancora vivo nell’immaginario occidentale. La scelta di aforismi operata dalle curatrici di questo volume mira a far conoscere al pubblico italiano l’attualità e l’universalità dell’etica samurai, e vuole essere un invito alla riflessione e uno strumento per la ricerca inferiore.

Bushido

Autore: AA.VV.
A cura di:
Panatero Marina / Pecunia Tea
Traduttore: Dozaki Yoko
Editore: Feltrinelli
Data Pubblicazione: 25 settembre 2013
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 192 pagine
ISBN: 978-8807882111
Peso articolo: 200 g
Dimensioni: 13 x 1,22 x 19,99 cm

Nella trasmissione della loro saggezza, i samurai ci insegnano a vivere nel momento presente, a sconfiggere la paura e a non esserne più schiavi. Il maestro Taisen Deshimaru in un suo insegnamento orale disse: “Le possibilità del nostro corpo e della nostra mente sono limitate: è la sorte della condizione umana. Esiste una Via che permetta all’uomo di superare i limiti della propria natura? Di andare oltre se stesso?”. La risposta è il Bushido, la via del guerriero, il cui codice di condotta ha origine nel VII secolo a.C., poi raccolto e accresciuto in diverse fasi storiche a partire dal 1100. Nella vittoria sulla paura della morte, raggiunta attraverso una costante speculazione sulla fine, sull’impermanenza dell’esistenza e sull’importanza di vivere nel momento presente, emergono l’attualità e l’universalità dello spirito samurai. L’apprendimento, la formazione teorica e la filosofia risultano indissolubilmente connesse a forme di insegnamento buddhiste, scintoiste e zen fondate sul rapporto maestro-allievo o a esperienze di vita in cui l’emulazione e la pratica sono incoraggiate e diventano fonte di stimolo a migliorare se stessi. L’unico scopo della vita di un samurai è quello di prepararsi alla guerra. O meglio, alla morte. In questo libro, tradotte dai testi originali, le riflessioni dei più grandi maestri della disciplina.

La grande via del samurai
La filosofia degli antichi guerrieri giapponesi applicata al mondo di oggi

Autore: Ryuichiro Misaki
Editore: Vallardi A.
Data Pubblicazione: 10 ottobre 2019
Lingua: Italiano
Copertina flessibile: 164 pagine
ISBN: 978-8869879531
Peso articolo: 220 g
Dimensioni: 15,4 x 1,4 x 21,4 cm

Bushido («Via del guerriero») è il complesso di antiche norme militari e morali che costituivano il codice di condotta dei guerrieri in Giappone. Si impose intorno al XII secolo insieme allo shōgunato (lo shogun era un generale che governava effettivamente il Paese, mentre l’imperatore si occupava perlopiù delle pratiche di culto); fu poi sistematizzato dal monaco samurai Yamamoto Tsunetomo (1659-1721) e nel 1900 fu fatto conoscere in tutto il mondo dal politico e diplomatico Inazo Nitobe. “La grande via del samurai” riprende e rinnova le fonti della tradizione, che vede le regole dei bushi («guerrieri») ispirarsi alle antiche filosofie cinesi e giapponesi: il buddhismo, lo shintoismo e il confucianesimo. I samurai fondano il loro comportamento sull’esercizio di sette virtù – giustizia, coraggio, compassione, cortesia, sincerità, onore e lealtà – che li hanno resi noti universalmente: ancora oggi il Giappone è considerato da molti «il Paese dei samurai». Nel libro di Ryuichiro Misaki i principi del bushidō rivivono più forti che mai: i valori dei samurai sono fondamentali ancora oggi potendosi applicare con efficacia nella vita e nel lavoro di tutti i giorni per migliorare noi stessi e le nostre relazioni con gli altri. Grazie a questo libro potremo migliorare la nostra vita, il lavoro, il rapporto con gli altri ispirandoci ai valori degli antichi guerrieri. Scopriremo così che la luminosa via del Samurai può essere anche la nostra.

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 1959 al 1980 (Parte 5/6)

1959
Aikido Giappone

Viene pubblicato il primo numero di The Aikido, bollettino ufficiale in lingua inglese dell'Hombu Dojo.

Taekwondo Corea del Sud
Taekwondo Book 1959

Il Generale Choi pubblica il primo testo coreano sul taekwondo che diventa modello di riferimento per l'edizione del 1965.

Taekwondo Estremo Oriente

Il taekwondo si estende oltre i suoi confini nazionali. Il padre del taekwondo e 19 delle sue migliori cinture nere fecero un tour nell'Estremo Oriente.

1960
Karate Unione Sovietica

Il karate si fa strada verso l'Unione Sovietica ed è vietato più volte nel corso dei prossimi tre decenni.

Aikido Giappone
Shiju Hosho

Il fondatore Morihei Ueshiba, riceve l'onoreficenza Shiju Hosho (Medaglia d'Onore) dal Governo Giapponese.

Nella foto: medaglia con nastro viola. Venne conferita per la prima volta nel 1955. Essa viene concessa a quanti abbiano contribuito allo sviluppo accademico e artistico del paese, oltre che all'industria e al commercio.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba fa una dimostrazione intitolata "l'essenza dell'aikido". Questo periodo per il fondatore dell'aikido divenne sempre più spirituale piuttosto che tecnico.

Taekwondo USA
Jhoon Goo Rhee il padre del taekwondo americano

Il Generale Choi Hong-hi intervenne al Modern Weapon Familiarization Course in Texas, seguito dalla visita a San Antonio, dove Choi persuase gli studenti e il Maestro a utilizzare il nome taekwondo anziché karate. Così, diventando il primo istruttore di taekwondo in America, Jhoon Rhee (1932-2018) (nella foto) è conosciuto come il "Padre del taekwondo americano".

1961
Aikido USA
Morihei Ueshiba

Il 27 febbraio, il Maestro Ueshiba, accompagnato da Koichi Tohei e Nobuyoshi Tamura, va nelle Hawaii negli Stati Uniti, invitato all'inaugurazione della Honolulu Aikikai. Appare in un documento televisivo della NHK.

Aikido Giappone

La All-Japan Student Aikido Federation viene stabilita con Morihei Ueshiba presidente.

Capoeira Brasile

La capoeira è presentata come una pratica di combattimento efficace per l'Accademia di Polizia di Guanabara, a Rio de Janeiro.

Judo Italia

Per la prima volta il Campionato Europeo si disputa in Italia, a Milano.

Taekwondo Corea del Sud

Choi prende il comando di uno dei più grandi centri di addestramento in Corea, il Sesto Corpo dell'Esercito.

Taekwondo Corea del Sud

Choi rende il taekwondo obbligatorio per le intere forze della polizia della Corea del Sud.

1962
Aikido Giappone

Per celebrare i 60 anni di pratica marziale di Morihei Ueshiba si tenne un grande Festival dell'Aiki nel tempio.

Karate Italia

Si forma un nucleo di praticanti nel Lazio che fa a capo ad Augusto Basile, che ha imparato il karate in modo un po' avventuroso, seguendo il Maestro Hiroo Mochizuki in giro per l'Europa.

Taekwondo Corea del Sud

Il governo della Corea del Sud si schiera con la Korea Taekwondo Association (KTA), determinando l'integrazione di molti artisti marziali in essa. Il nome taekwondo venne accettato dalla maggioranza del popolo coreano, e iniziò la sua espansione internazionale.

Taekwondo Malesia

Choi fu nominato ambasciatore in Malesia, dove sparse i primi semi del taekwondo.

1963
Karate Okinawa

La famiglia del Maestro Chojun Miyagi nomina ufficialmente il Maestro Meitoku Yagi diretto successore di Okinawa Goju-ryu.

Karate Italia
Fassi Roberto

Uno studente milanese, Roberto Fassi (1935-2014), che pratica judo al Jigoro Kano di Milano, si reca in Francia agli stage di Henry Plée e diventa 1° kyu; incomincia a insegnare karate al Jigoro Kano, lezioni basate più sulla durezza e la resistenza che sullo stile, ancora approssimativo.
Fassi sentiva la necessità di un aiuto consistente da parte di un maestro di esperienza, tant'è che invitava spesso i Maestri Nanbu e Chouk per tenere degli stage.

Aikido Giappone

In ottobre si tiene, a Hibiya Kokaido, per la prima volta una dimostrazione della All Japan Aikido.

Taekwondo Malesia

Fu formata la Taekwondo Association of Malaysia e raggiunse l'approvazione nazionale quando l'arte fu dimostrata al Markeda Stadium su richiesta del Primo Ministro, Tunku Abdul Rhaman.

Taekwondo USA

Avviene la famosa dimostrazione allo United Nation di New York.

Taekwondo Vietnam
Nam Tae Hi il padre del taekwondo vietnamita

Il taekwondo viene introdotto alle Forze Armate in Vietnam sotto l'insegnamento del Maggiore Nam Tae-hi (1929-2013), che da allora è riconosciuto come il "Padre del taekwondo vietnamita".

Karate Francia

Il 15 dicembre nasce la European Karate Union (EKU).

1964
Judo Giappone

Il judo viene ammesso provvisoriamente ai Giochi Olimpici di Tokyo (soltanto tre categorie maschili: -68 kg; -80 kg; +80 kg; Open).

Judo Italia

Muore il "padre del judo italiano", Carlo Oletti.

Aikido Giappone

O-Sensei riceve, come fondatore dell'aikido, l'Ordine del Sole Nascente, 4° Classe, un premio speciale dall'Imperatore Hirohito.

Karate Italia
Masaru Miura

A Torino arriva il Maestro Masaru Miura della JKA (Shotokan). Fonderà in seguito una propria federazione.

Taekwondo Singapore

A febbraio, fu creata un'associazione di taekwondo a Singapore, e furono gettate le fondamenta per formare le associazioni nel lontano Brunei.

Taekwondo Vietnam

L'Ambasciatore Choi fece un viaggio in Vietnam col solo scopo di un'ulteriore istruzione sul taekwondo perfezionato dopo continui anni di ricerca e dedizione continua.

1965
Karate Italia
Hiroshi Shirai

Fassi scrive in Giappone e chiede un istruttore per l'Italia; nel novembre arrivano a Milano 4 Maestri della JKA: Taiji Kase, Hirokazu Kanazawa, Keinosuke Enoeda e Hiroshi Shirai (in foto). Danno una dimostrazione formidabile nella sala secondaria del Palalido, poi Kase va in Francia, Enoeda in Inghilterra, Kanazawa torna in Giappone e Shirai, allora 5° dan, tre anni prima campione di kumite del Giappone, fonda nel 1966 l'Associazione Italiana Karate (AIK). Tra i primi nomi di spicco Fassi, Falsoni, Abruzzo, Possenti, Parisi e Baleotti.

Taekwondo Corea del Sud

Choi diventa generale a due stelle e viene nominato ambasciatore del governo della Repubblica della Corea. Viaggia in Germania Ovest, Italia, Turchia, Arabia, Malesia e Singapore. Questi viaggi sono significativi perché il taekwondo, per la prima volta nella storia della Corea, viene dichiarato come Arte Marziale Coreana.

Taekwondo Corea del Sud
The Taekwondo Guide

Choi pubblica il primo manuale in lingua inglese, The Taekwondo Guide, edito dalla Daeha Publication Company.

1966
Judo Italia

Il 23 ottobre nella palestra del Kodokan Milano si svolge il primo Campionato Italiano Femminile in cinque categorie.

Karate Francia

Si svolgono a Parigi i primi Campionati Europei di karate.

Taekwondo Corea del Sud
International Taekwondo Federation ITF

A causa di una "politicamente infelice dimostrazione" nella Corea del Nord, Choi Hong-hi perde il sostegno del governo della Corea del Sud e deve rinunciare alla presidenza della Korea Taekwondo Association (KTA). Il 22 marzo 1966 fonda la International Taekwondo Federation (ITF), privata e indipendente, con le adesioni delle associazioni di Vietnam, Malesia, Singapore, Germania dell'Ovest, Stati Uniti d'America, Turchia, Italia, Egitto e Corea.

Karate Italia
Augusto Ceracchini

Un tentativo di unificazione tra le tre maggiori organizzazioni italiane di karate (al centro il KIAI, a Firenze la FIK e a Milano l'AIK) fallisce per disaccordo sulla direzione tecnica. Si uniscono solo la FIK e il KIAI nella nuova FIK, in cui comincia a intervenire il peso politico dell'avvocato Augusto Ceracchini (1926-1978), uomo del judo e del CONI, che riesce a far entrare la FIK nella WUKO, l'organizzazione mondiale che raggruppa allora tutti gli stili e tutte le federazioni (compreso lo shotokan JKA).

1967
Taekwondo Vietnam

Il padre del taekwondo ricevette dal governo del Vietnam la prima medaglia d'onore per il servizio svolto, e fu aiutato a istituire la Fondazione di Taekwondo Corea-Vietnam presieduta dal Generale Tran Van Dog.

Taekwondo USA

Ad agosto Choi fece visita al torneo All American Federation, tenutosi a Chicago, Illinois, dove discusse con gli istruttori dell'espansione, unificazione e della politica delle Associazioni Americane. Questa visita costituì la nascita ufficiale delle Associazioni Americane di Taekwondo, presso Washington D.C., a novembre.

Taekwondo Corea del Sud
Mas Oyama e Choi-Hong-hi

Alla fine dell'anno, il Generale Choi invitò Master Mas Oyama (1923-1994) al quartier generale dell'ITF, a Seul, per continuare il discorso iniziato a Hakone, Giappone, per mezzo del quale Master Oyama avrebbe cambiato le proprie tecniche, sostituendole con quelle del taekwondo.

1968
Aikido Giappone

Viene inaugurato il nuovo Hombu Dojo; in occasione dell'inaugurazione il fondatore Morihei Ueshiba tiene la sua ultima dimostrazione in pubblico.

Aikido Giappone

La città di Tokyo riconosce ufficialmente l'insegnamento dell'aikido.

Taekwondo Francia

Il Generale Choi visitò la Francia, in qualità di capo della delegazione del Governo Coreano, per partecipare al Consul International Sport Military Symposium, tenuto a Parigi. Il taekwondo fu il principale argomento all'ordine del giorno.

Taekwondo Regno Unito

Viene istituita l'Associazione del Regno Unito.

Taekwondo Spagna, Paesi Bassi, Canada, Belgio e India

Choi intraprende un tour con la speranza di diffondere il taekwondo.

1969
Aikido Giappone

Il 15 gennaio durante la Celebrazione del Kagami Biraki, cerimonia commemorativa del nuovo Hombu Dojo, Morihei parlò dell'essenza delle tecniche.

Aikido Giappone
Tomba O'Sensei Morihei Ueshiba

Il 26 aprile alle ore 17:00 il Maestro Morihei Ueshiba muore, all'età di 86 anni, per un cancro al fegato. Le sue ceneri furono sepolte nel tempio di famiglia, il Tempio Kozanji a Tanabe. Le trecce dei capelli vengono conservati nel Tempio dell'Aiki a Iwama, e ad Ayabe nel grande Tempio Kumano e all'Hombu Dojo.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba diventa cittadino onorario di Tanabe e di Iwama e gli viene conferita l'onoreficenza postuma dello Zuihosho.

Aikido Giappone

Kisshomaru Ueshiba diventa Doshu, all'età di 48 anni.

Aikido Giappone
Morihei Ueshiba e Itogawa Hatsu

A giugno muore anche la moglie del Maestro Ueshiba, Hatsu.

Taekwondo Hong Kong

Choi fece un tour per l'Asia sud orientale per valutare di persona la preparazione di ogni paese per il primo torneo asiatico ITF di taekwondo che si tenne a settembre a Hong Kong.

Taekwondo Corea del Sud

Choi intraprese un grande viaggio per il mondo toccando 29 paesi al fine di far visita agli istruttori e raccogliere fotografie per la prima edizione del suo libro di taekwondo.

1970
Karate Giappone
World Union Of Karatedo Organization WUKO

Viene fondata la World Union of Karate-do Organizations (WUKO).

Karate Giappone

Vengono organizzati a Tokyo i primi Campionati del Mondo di Karate.

Karate Italia

All'interno dell'Associazione Italiana Karate (AIK) c'è una crisi determinata dal mancato riconoscimento politico della maggior abilità tecnica degli uomini del Maestro Shirai. C'è una frattura e una componente, con alla testa il Maestro Shirai, fonda la FeSIKa.

Taekwondo Asia Sud Orientale, Canada, Europa, Medio Oriente

Ad agosto, Choi visitò venti paesi nel tour dell'Asia Sud Orientale, il Canada, l'Europa e il Medio Oriente. Choi, naturalmente, tenne seminari per gli istruttori internazionali in ogni paese dove si recasse e aiutò la diffusione e l'unificazione dell'International Taekwondo Federation (ITF) in un'unica forza.

1971
Judo Turchia

Il judo maschile entra nel programma dei Giochi del Mediterraneo.

Taekwondo Malesia

Choi assistette al secondo torneo asiatico ITF, tenuto allo stadio Negara in Malesia, che iniziò con il discorso del primo ministro Tun Abdul Rhajak, e si concluse con la presenza dei sovrani.

Taekwondo Iran

Il Generale Kim Jong-hyun, capo del Dipartimento di Arti Marziali dell'Esercito, chiese a Choi di selezionare alcuni istruttori per l'esercito della Repubblica dell'Iran.

1972
Judo Germania

Escluso nel 1968, a Monaco il judo entra definitivamente nel programma delle Olimpiadi.

Karate Francia

Ai mondiali di Parigi la squadra giapponese, rappresentata per intero dalla JKA di Nakayama, si ritira dalle gare giudicandosi danneggiata da una decisione arbitrale; squalificata, esce dalla WUKO creando un'organizzazione concorrente, la International Amateur Karate Federation (IAKF) con l'appoggio determinante della FeSIKa diretta dal conte Zoja. La IAKF pratica solo Shotokan e ha un'emanazione europea, la EAKF. Da allora, si svolgono sempre due campionati mondiali e due campionati europei contrapposti, con alcune nazioni che partecipano a entrambi e altre (Italia) in cui una federazione gareggia nella WUKO e un'altra nella IAKF.

Taekwondo Bolivia, Dominica, Haiti e Guatemala

Choi si dedica alla diffusione del taekwondo.

Taekwondo Corea del Sud

Il governo sudcoreano, temendo che il taekwondo potesse essere usato contro di esso, si rifiutò di lasciare che la Federazione del Generale Choi insegnasse in Corea del Nord. Il Generale Choi, arrabbiato per il fatto che l'arte marziale fosse trattata come uno strumento politico, andò in esilio volontario e si stabilì in Canada.

Taekwondo Canada

Choi spostò il quartier generale dell'International Taekwondo Federation (ITF), con il consenso unanime dei membri dei paesi aderenti, a Toronto, in Canada, prevedendo di diffondere il taekwondo nei paesi dell'Europa Orientale secondo i progetti definiti anni prima.

1973
Taekwondo Corea del Sud
World Taekwondo Federation WTF

Il 28 maggio 1973, a seguito di insanabili contrasti con il Generale Choi Hong-hi, il presidente della Corea del Sud, Park Chung-hee, ordina a Kim Un-young di fondare la World Taekwondo Federation (WTF). La WTF userà il nome coniato dal Generale Choi, ma molte delle sue regole e procedure saranno diverse.

Taekwondo Europa, Africa, Medio Oriente e Estremo Oriente
Demo Team ITF 1973

Nei mesi di novembre e dicembre, Choi selezionò un Demo Team, una speciale squadra dimostrativa dell'ITF formata da Kong Yung-il, Park Joong-soo, Rhee Ki-ha, Park Sun-jae e Choi Chang-keun, tutti 7° Dan (nella foto). Il Demo Team ITF toccò tredici paesi dall'Europa all'Africa, dal Medio Oriente all'Estremo Oriente, stabilendo nuove filiali ITF in cinque di questi paesi.

1974
Judo Italia
Federazione Itaiana Lotta Pesi Judo (FILPJ)

L'assemblea federale straordinaria mutava il nome della FIAP in Federazione Italiana Lotta Pesi e Judo (FILPJ).

Karate Okinawa

Il Maestro Yagi Meitoku crea Meibu-ken Kata, Fu-kyu Kata Ichi, Fu-kyu Kata Ni. Più tardi, li riunisce in un unico kata che chiama Tenchi-no-kata.

Aikido Giappone

Vengono gettate le basi per l'International Aikido Federation (IAF).

Capoeira Brasile

La capoeira è riconosciuta come sport nazionale brasiliano.

Capoeira Brasile

Il 5 febbraio muore Mestre Bimba.

Taekwondo Canada

Viene organizzato il Primo Campionato Mondiale di Taekwondo organizzato a luglio dall'ITF, a Montreal, con la partecipazione di 23 paesi.

Taekwondo Giamaica, Curacao, Costa Rica, Colombia, Venezuela e Suriname

A novembre e dicembre, Choi Hong-hi, guidò il 4° Demo Team dell'ITF, costituito da 10 dei migliori istruttori al mondo, in Giamaica, Curacao, Costa Rica, Colombia, Venezuela e Suriname.

1975
Aikido Italia

In occasione di un lungo viaggio all'estero del Doshu per organizzare la nascente IAF, appare per la prima volta in pubblico a Roma, all'età di 24 anni, Moriteru Ueshiba, futuro Doshu.

Judo Germania

Si disputa a Monaco il primo Campionato Europeo Femminile.

Taekwondo Australia

Il taekwondo ebbe il privilegio di esibirsi al Teatro dell'Opera di Sidney, per la prima volta da quando fu aperto.

Taekwondo Olanda

Nel novembre Choi andò in Olanda per dichiarare l'apertura del Primo Campionato Europeo ITF, tenuto ad Amsterdam.

Taekwondo Grecia e Svezia

Nella parte finale dell'anno, il Generale Choi visitò la Grecia e la Svezia per condurre alcuni seminari.

1976
Aikido Giappone
International Aikido Federation IAF

Si tiene a Tokyo il primo congresso dell'International Aikido Federation (IAF) con la partecipazione di oltre 400 delegati da 29 nazioni.
Il Doshu viene nominato presidente a vita.

Aikido Giappone

Moriteru Ueshiba si laurea in economia presso la Meiji Gakuin University.

Judo Canada
Felice Mariani

All'Olimpiade di Montreal, Felice Mariani, bronzo nella categoria fino a 63 kg., vince la prima medaglia olimpica dell'Italia nel judo.

Taekwondo Iran, Malesia, Indonesia ed Europa

A metà anno Choi girò per l'Iran, Malesia, Indonesia ed Europa per ispezionare le attività del taekwondo, e allo stesso tempo sosteneva seminari.

1977
Taekwondo Malesia, Nuova Zelanda e Australia

Il Generale visitò la Malesia, la Nuova Zelanda e l'Australia.

Taekwondo Giappone
Park Chung-hee

Choi Hong-hi partecipò all'incontro a Tokyo nel quale accusò pubblicamente il presidente Sud Coreano Park Chung-hee (1917-1979) di usare il taekwondo per i suoi fini politici.

Taekwondo Svezia e Danimarca

Choi visitò la Svezia e la Danimarca per assistere alla formazione dell'Associazione Nazionale di Taekwondo.

1978
Taekwondo Malesia, Pakistan, Kenya e Sud Africa
Rhee Ki-ha il padre del taekwondo britannico

Il Generale Choi viaggiò in Malesia, Pakistan, Kenya e Sud Africa, accompagnato da Rhee Ki-ha (nella foto).

Taekwondo Svezia, Polonia, Ungheria e Jugoslavia

In quest'anno costituì il 5° Demo Team dell'ITF, costituito da Choi Chang-keun, Rhee Ki-ha, Park Jung-tae e Liong Wai-meng, con il quale si recò in Svezia, Polonia, Ungheria e Jugoslavia.

Taekwondo USA

A settembre dello stesso anno a Oklahoma City, USA, si tenne il secondo Campionato Mondiale ITF di taekwondo.

Karate Italia

Alla fine del 1978 la FeSIKa e la FIK si scioglievano dando vita a una nuova organizzazione con la direzione tecnica congiunta di Basile e Shirai, poi sostituito da De Michelis: la Federazione Italiana Karate e Discipline Associate (FIKDA).

1979
Aikido Giappone

Il 9 giugno, in occasione del 10° anniversario della morte di O'Sensei, durante il 17° Embukai Nazionale di Aikido, per la prima volta Waka Sensei Moriteru Ueshiba dimostra la sua tecnica.

Capoeira Europa

Mestre Canela lascia il Brasile alla volta dell'Europa insieme a Mestre Zè-Maria e altri artisti dell'arte e cultura brasiliana.

Capoeira Brasile

Mestre Pastinha viene colpito da un edema cerebrale.

Taekwondo Svezia, Danimarca, Germania Ovest, Francia e Grecia

Il Generale Choi visitò la Svezia, Danimarca, Germania Ovest, Francia e Grecia, accompagnato da Khang Su-jong e Rhee Ki-ha.

1980
Judo USA
Margherita De Cal

Margherita de Cal, 72 kg., vince il 1° Campionato Mondiale Femminile disputato a New York, USA.

Judo Unione Sovietica
Ezio Gamba

All'Olimpiade di Mosca, Ezio Gamba vince nella categoria fino a 71 kg., la prima medaglia d'oro olimpica dell'Italia nel judo.

Taekwondo Corea del Nord

Choi e 15 dei suoi allievi, compreso suo figlio Choi Jung-hwa, fecero un viaggio colossale presso la Democratic People's Republic of Korea (Repubblica Democratica Popolare Coreana). Questa fu la prima volta che il taekwondo fu presentato alla popolazione della Corea del Nord, il paese di nascita del Generale Choi.

Taekwondo Inghilterra

Nel novembre dello stesso anno, a Londra si tenne il primo Campionato Europeo di Taekwondo della AETF (All Europe Taekwondo Championships), con 18 paesi partecipanti.

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 1981 a Oggi (Parte 6/6)

1981
Aikido Giappone

Celebrazione del 50° anniversario dall'inaugurazione dell'Hombu Dojo.

Capoeira Brasile

Il 12 aprile, all'età di 92 anni compiuti, Mestre Pastinha gioca la sua ultima roda. Pochi mesi più tardi, il 13 novembre, muore abbandonato in un ospizio municipale.

Taekwondo Giappone

A giugno Choi istituì l'8° Demo Team ITF, formato per il viaggio di Tokyo, Giappone.

Aikido Giappone
Mitsuteru Ueshiba
Mitsuteru Ueshiba figlio di Moriteru Ueshiba

Il 27 giugno nasce Mitsuteru Ueshiba, figlio di Moriteru Ueshiba.

Taekwondo Argentina

Ad agosto, il presidente Choi si recò in Argentina per aprire il 3° Campionato del Mondo ITF, tenuto a Resistancia, Chaco.

Taekwondo Corea del Nord

A ottobre, il Generale Choi Hong-hi tenne un seminario per i membri fondatori del taekwondo nella DPR della Corea.

Taekwondo Austria

A novembre a Vienna, Austria, nello storico incontro noto come "North an Overseas Korean Christian Leaders" annunciò orgogliosamente il Demo Team ITF composto da istruttori della Corea del Nord e del Sud.

1982
Judo Giappone

In occasione del 100° anniversario della sua fondazione il Kodokan rivede il Go-kyo reintroducendo le otto tecniche escluse nel 1920 e inserendo 17 nuove tecniche. Queste 65 tecniche saranno riconosciute come "le 65 tecniche del Kodokan Judo".

Karate Giappone

Il 29 gennaio muore il Maestro Hironori Otsuka.

Capoeira Italia

Mestre Canela si stabilisce a Viterbo e fonda il gruppo di capoeira Mangangà. Inizia la divulgazione della capoeira in Italia.

Taekwondo Canada

Il presidente dell'International Taekwondo Federation, Choi Hong-hi, istituì la North America Taekwondo Federation, a Toronto, Canada.

Taekwondo Canada

Choi assiste al 1° Campionato Intercontinentale ITF di taekwondo, tenuto in Quebec, Canada.

Taekwondo Giappone

Choi realizzò un suo vecchio sogno (dal 1967), quando aprì la prima palestra di taekwondo in Giappone sotto l'auspicio del patriota Chon Jin-shik.

Taekwondo Porto Rico
Park Jung-tae

A luglio, Choi, accompagnato dal Maestro Park Jung-tae (1943-2002) (in foto), visita Porto Rico per svolgere dei seminari.

Taekwondo Groenlandia, Regno Unito, Germania Ovest, Austria, Danimarca, Polonia, Ungheria, Jugoslavia, Cecoslovacchia e Finlandia

Nei mesi di ottobre e novembre, Choi Hong-hi, girò per Groenlandia, Regno Unito, Germania Ovest, Austria, Danimarca, Polonia, Ungheria, Jugoslavia, Cecoslovacchia e Finlandia, accompagnato dai Maestri Han Sam-soo, Park Jung-tae e Choi Jung-hwa, al fine di promuovere il taekwondo.

Taekwondo Ungheria

A ottobre, il Generale Choi Hong-hi, insieme a Mr. Csanadi, incontrarono a Budapest il dirigente del consiglio di programmazione del Comitato Olimpico, al fine di discutere in merito al riconoscimento del taekwondo dal Comitato Olimpico.

Taekwondo Italia

A novembre il Generale Choi Hong-hi assiste al secondo Campionato Europeo AEFT tenuto a Napoli, Italia.

Aikido Italia

A novembre, primo viaggio ufficiale in Europa di Waka Sensei Moriteru Ueshiba. Si reca a Roma dove tiene un raduno presso il Dojo Centrale, e a Mantova.

1983
Taekwondo USA

A gennaio, il Generale Choi fa visita in Colorado, USA, accompagnato dal Maestro Lee Suk-hi, VII Dan e presidente della North America Federation.

Taekwondo Argentina, Colombia, Panama e Honduras

A febbraio, Choi si reca nell'America Latina, comprendendo Argentina, Colombia, Panama e Honduras per condurre nuovi seminari. Durante il soggiorno in Honduras contribuì alla formazione della Central America Taekwondo Federation.

Taekwondo USA, Europa, Corea del Nord

Nei mesi di marzo, aprile e maggio Choi Hong-hi visita Santa Barbara, California, Europa e DPR della Corea, per curare le ultime fasi della pubblicazione dell'Enciclopedia del Taekwondo, l'ultimo prodotto della sua vita di ricercatore.

Taekwondo Jugoslavia e Italia

A ottobre e novembre il Generale Choi visita la Jugoslavia e l'Italia, accompagnato da Park Jung-tae e Choi Jung-hwa, per preparare alcune fotografie da inserire nell'enciclopedia.

1984
Judo Austria
Maria Teresa Motta

L'italiana Maria Teresa Motta, +72 kg., vince il Campionato Mondiale disputato a Vienna.

Taekwondo Scozia

Ad aprile, il presidente Choi apre il 4° Campionato Mondiale ITF, tenuto a Glasgow, Scozia.

Taekwondo Svizzera
Juan Antonio Samaranch

Sempre ad aprile, il Generale Choi si reca a Losanna dal Signor Juan Antonio Samaranch (1920-2010), presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), accompagnato dai Maestri Rhee Ki-ha, Charles Sereff e Kim Young-kyu, per provare che solo l'International Taekwondo Federation fosse l'organo di disciplina mondiale per il taekwondo.

Taekwondo Corea del Nord

A settembre, Choi invita a Pyongyang istruttori chiave come Lee Suk-hi, Rhee Ki-ha, Park Jung-tae e Choi Jung-hwa per ultimare la pubblicazione dell'Enciclopedia, e fu discusso anche sul trasferimento dell'ITF a Vienna, Austria.

Taekwondo Ungheria

A ottobre, il presidente Choi effettua una visita ufficiale a Budapest, Ungheria, per aprire il 3° Campionato Europeo AETF. Fu un momento molto particolare poiché era la prima volta che un evento tanto importante veniva organizzato in un paese socialista.

Taekwondo Austria

Il 5 dicembre fu tenuto a Vienna, Austria, il congresso dell'ITF, dove fu deciso unanimemente di riportare a Vienna la sede dell'ITF entro marzo dell'anno successivo. Inoltre al congresso, Choi Hong-hi fu eletto nuovamente presidente, il Maestro Rhee Ki-ha e il Maestro Lee Suk-hi  furono eletti vice presidenti, e il Maestro Park Jung-tae votato come segretario generale.

Taekwondo USA

A dicembre, il Generale Choi si recò a New York City insieme al Maestro Lee Suk-hi e al Maestro Park Jung-tae per aprire la 3ª General Choi's Cup, nel Nord America.

1985
Taekwondo Austria

Il 1985 fu uno degli anni più significativi per il fondatore del taekwondo Choi Hong-hi. Egli fu capace di raccogliere e documentare tutte le tecniche studiate per anni e pubblicarle nell'Enciclopedia del Taekwondo. Fu inoltre capace di gettare delle forti fondamenta per la diffusione all'intero mondo della sua arte marziale, specialmente nei paesi socialisti e del Terzo Mondo, grazie al trasferimento della sede dell'ITF a Vienna, Austria.

Taekwondo Porto Rico

Ad aprile il presidente Choi, accompagnato da Tran Tien-quan, il presidente della Canadian Taekwondo Federation, si reca a Porto Rico per far visita a James Limand Kim Suk-jun per assistere alla 1ª Latin America General Choi's Cup.

Taekwondo Germania Est

A giugno, Choi visita Berlino Est per partecipare alla cerimonia d'apertura del 24° Congresso Olimpico.

Taekwondo Norvegia

A novembre, il Generale Choi, accompagnato dal segretario generale Maestro Park Jung-tae e da Tran Tien-quan, visita la Norvegia per onorare l'apertura del Campionato Scandinavo.

Taekwondo Canada

A dicembre in Quebec, Canada, sotto il patrocinio della Federazione Canadese, furono festeggiati in varie occasioni i 30 anni del taekwondo.

1986
Judo Italia
Campionati Mondiali Under21 di Judo 1986 (Roma)

Si disputa al Palaeur di Roma il Campionato Mondiale Juniores.

Taekwondo Cina

A giugno, il fondatore Choi, portò il Demo Team ITF nella Repubblica Popolare Cinese. Questa visita mosse il popolo cinese a praticare il taekwondo.

1987
Taekwondo Grecia

Nel mese di maggio, il Generale Choi Hong-hi, dimostrò ancora una volta al mondo del taekwondo lo spirito indomito e la perseveranza annunciando il 5° Campionato Mondiale ITF ad Atene in Grecia malgrado le persistenti interferenze del regime dittatoriale della Corea del Sud.

Taekwondo Cina

A dicembre, il presidente Choi concepì la Promotion and Popularization Foundation of ITF (Fondazione per la Promozione e Divulgazione dell'ITF), avviata grazie all'apporto di Chon Yon-suk, fratello maggiore del vice presidente Chon Jin-shik.

1988
Judo Corea del Sud

Le categorie femminili di judo vengono ammesse ai Giochi Olimpici di Seoul (solo come sport dimostrativo).
Alessandra Giungi conquista la medaglia di bronzo per l'Italia nella categoria fino a 52 kg.

Taekwondo Corea del Sud

Il taekwondo viene inserito come sport dimostrativo ai Giochi Olimpici di Seul.

Taekwondo Ungheria

Nel mese di maggio, il governo ungherese ha ospitato il 6° Campionato del Mondo ITF a Budapest. Per la prima volta diffuso via satellite in tutta Europa.

Taekwondo Unione Sovietica

Ad agosto, il padre del taekwondo, Choi, fu in grado di realizzare il suo ultimo sogno, diffondere e insegnare la propria arte senza tener conto di religioni, razze, confini nazionali o ideologici, conducendo la squadra dimostrativa dell'ITF a Mosca, USSR. Con questa mossa ha completato il capitolo finale nel suo tentativo di vedere la sua amata arte su tutti e quattro gli angoli del mondo.

1989
Karate Unione Sovietica

Il karate è legalizzato ancora una volta in Unione Sovietica.

Judo Jugoslavia
Emanuela Pierantozzi

L'italiana Emanuela Pierantozzi vince il Campionato Mondiale a Belgrado.

Karate USA

L'11 luglio muore il Maestro Robert A. Trias.

1990
Judo Italia
PalaFIJLKAM

In Italia il 25 aprile si inaugura il Palazzetto FILPJ di Ostia, Roma.

Karate Italia

In Italia la convivenza tra le due componenti (tradizionalista e sportiva) finisce quando, scontenti della conduzione tecnica del Maestro Aschieri che non lasciava alcuno spazio alla loro visione del karate, i tradizionalisti uscivano (definitivamente?) dalla Fitak dando vita alla Federazione Italiana Karate Tradizionale (Fikta) sempre diretta dal Mestro Shirai.

Karate Spagna
World Karate Federation WKF

I membri della World Union of Karate-do Organizations (WUKO) fondano la World Karate Federation (WKF). Si tratta del più grande organo di governo internazionale del karate con oltre 130 paesi membri ed è l'unica riconosciuta dal Comitato Olimpico (CIO) e ha più di dieci milioni di membri.

1991
Aikido Giappone

Vengono celebrati il 50° anniversario della fondazione dell'Aikikai e il 60° della fondazione dell'Hombu Dojo.

Judo Spagna
Alessandra Giungi

Per l'Italia, Alessandra Giungi (in foto) ed Emanuela Pierantozzi, vincono il Campionato Mondiale a Barcellona.

1992
Judo Spagna

Le categorie femminili di judo vengono ammesse definitivamente ai Giochi Olimpici di Barcellona.
L'italiana Emanuela Pierantozzi vince la medaglia d'argento nei 66 kg.

Judo Italia

Italia il 18 dicembre, a Ostia (Roma), s'inaugura il Centro di Preparazione Olimpica della FILPJ.

Karate Okinawa
Castello Shuri

I grandi Maestri di Okinawa eseguono una dimostrazione in occasione della ricostruzione del Castello di Shuri, distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale.

1993
Karate Francia

Il karate entra nel programma dei Giochi del Mediterraneo.

1995
Capoeira Brasile
Dia de Zumbi

Il 24 novembre il Brasile commemora i 300 anni dalla morte di Re Zumbì, leader del Quilombo dos Palmares, con l'organizzazione di una grande marcia a Brasilia contro il razzismo, alla quale prendono parte 30000 afro-brasiliani.

Karate Italia
Federazione Italiana Lotta Pesi Judo Karate FILPJK

In Italia il karate, già disciplina associata, entra a far parte della FILPJ che assume, pertanto, la denominazione di Federazione Italiana Lotta Pesi Judo Karate (FILPJK).

1996
Aikido Giappone

Moriteru Ueshiba assume la carica di Dojocho (direttore / proprietario) dell'Aikikai Hombu Dojo.

Judo USA
Girolamo Giovinazzo

Ai Giochi Olimpici di Atlanta sono due le medaglie conquistate dall'Italia nel judo: l'argento di Girolamo Giovinazzo (nella foto) nei 60 kg. e il bronzo di Ylenia Scapin nei 72 kg.

1997
Judo Giappone

Il Kodokan aggiunge due ulteriori tecniche.

Judo Italia

Il judo femminile entra nel programma dei Giochi del Mediterraneo.

Aikido Irlanda

Moriteru Ueshiba visita l'Irlanda.

1999
Aikido Giappone

Il 4 gennaio scompare Kisshomaru Ueshiba, dopo 30 anni alla guida dell'Aikikai.

Aikido Giappone

All'età di 48 anni, dopo 24 anni dalla sua prima apparizione in pubblico, Moriteru Ueshiba diviene il terzo Doshu.

2000
Judo Australia
Giuseppe Maddaloni

All'Olimpiade di Sidney, Giuseppe Maddaloni vince nella categoria 73 kg., la seconda medaglia d'oro olimpica dell'Italia nel judo.
Grande successo per la Federazione, che oltre all'oro di Maddaloni conquista anche tre bronzi con Girolamo Giovinazzo (66 kg.), Ylenia Scapin (70 kg.) ed Emanuela Pierantozzi (78 kg.).

Taekwondo USA

Il fondatore del taekwondo, Choi Hong-hi, fu dichiarato dalla rivista Taekwondo Times come l'artista marziale più influente del secolo.

Taekwondo Australia

Con i giochi olimpici di Sidney, il taekwondo WTF è diventato uno dei due soli sport da combattimento asiatici (l'altro è il judo) incluso nel programma dei Giochi Olimpici.

2002
Italia

La Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM) celebra il centenario della sua fondazione.

Taekwondo Corea del Nord
Tomba Choi Hong-hi

Il padre fondatore del taekwondo, Choi Hong-hi, muore all'età di 83 anni, il 15 giugno 2002 alle 20.35 a Pyongyang, in Corea del Nord per un tumore allo stomaco. Il suo corpo riposa nel cimitero dei Patriottici Martiri di Pyongyang.
Choi è elencato nel taekwondo hall of fame con vari titoli: "padre del taekwondo", "fondatore e primo presidente dell'International Taekwondo Federation (ITF)", "fondatore di Oh Do Kwan". Il giorno della sua morte Choi lascia sua moglie Choi Joon-he, suo figlio Choi Jung-hwa, due figlie Sunny e Meeyun, e diversi nipoti.

Taekwondo

Dopo la morte del Generale Choi Hong-hi, la ITF si frammentò in tre organismi indipendenti, uno che ereditava l'organico storico con a capo il Maestro Tran Trieu Quand, uno con a capo il figlio del Generale, Choi Jung-hwa e un altro ancora con a capo Chang Ung, un allenatore di pallacanestro nordcoreano.

2003
Karate Okinawa

Il 7 febbraio muore il Maestro Meitoku Yagi.

Francia

Il 30 maggio in Aix-en-Provence, muore all'età di 96 anni il Maestro Minoru Mochizuki.

2004
Judo Grecia

All'Olimpiade di Atene, Lucia Morico conquista per l'Italia il bronzo nei 78 kg.

2005
Karate Singapore

Nella 117ª sessione del CIO (luglio 2005) tenutasi a Singapore, nella votazione per determinare se diventare sport olimpico, più della metà dei voti fu favorevole, ma era necessario il raggiungimento di almeno i due terzi dei votanti.

2006
Aikido Australia

In occasione del 40° anniversario dell'Aikikai Australia, Moriteru Ueshiba visita e insegna in Australia.

2008
Judo Cina
Giulia Quintavalle

All'Olimpiade di Pechino, Giulia Quintavalle vince la prima medaglia d'oro olimpica femminile dell'Italia nel judo (57 kg.).

2009
Taekwondo Corea del Sud

Il Governo della Corea del Sud ha pubblicato una stima secondo cui il taekwondo WTF è praticato in 190 paesi, con oltre 70 milioni di praticanti nel mondo.

2010
Aikido

Dirige i suoi primi seminari all'estero Mitsuteru Ueshiba, Waka Sensei, designato  per divenire il quarto Doshu.

Taekwondo India

Il taekwondo viene accettato come sport nei XIX Giochi del Commonwealth di Delhi.

2011
Aikido Giappone

A partire dal 1° Aprile 2011 il quadro degli insegnanti titolari dell'Hombu Dojo comprenderà anche Mitsuteru Ueshiba.
Mitsuteru Ueshiba, 31 anni, è il figlio del terzo Doshu e attuale guida dell'Aikikai, Moriteru Ueshiba. Seguendo il sistema tradizionale di successione, ci si aspetta che Mitsuteru Ueshiba succeda al padre Moriteru come Doshu, diventando così la quarta guida dell'aikido dopo Morihei Ueshiba, Kisshomaru Ueshiba e Moriteru Ueshiba.

2012
Judo Inghilterra
Rosalba Forciniti

Ai Giochi di Londra, arriva per l'Italia il bronzo di Rosalba Forciniti nei 52 kg.

Italia

In Italia il 27 novembre s'inaugura al Centro Olimpico il Museo degli Sport di Combattimento e la nuova Palazzina Direzionale Multifunzionale.

2014
Capoeira Brasile

Il 26 novembre la Roda di Capoeira è stata iscritta all'Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità. L'Unesco ha riconosciuto nella capoeira una celebrazione che nasce dalla resistenza contro ogni forma di oppressione. La roda è uno spazio rituale che fornisce un senso di compagnia e d'identità di una comunità in continua espansione in Brasile e altrove. L'idea è quella che la capoeira deve diventare un mezzo di resistenza e promuovere il dialogo tra diverse etnie, classi sociali e nazionalità.

2016
Judo Brasile
Fabio Basile

Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, Fabio Basile vince la terza medaglia d'oro olimpica maschile per l'Italia nel judo (66 kg.).
Nelle categorie femminili arriva invece l'argento con Odette Giuffrida (52 kg.).

Karate Brasile

Nella 129ª sessione del CIO svolta a Rio de Janeiro (Brasile), viene inserito il karate come uno dei cinque sport in prova per le Olimpiadi di Tokyo.

2017
Taekwondo Corea del Sud
World Taekwondo WT

La World Taekwondo Federation (WTF) cambia il proprio nome in World Taekwondo (WT) per via dell'acronimo troppo spesso oggetto di confusione con il gergo "WTF" diffuso nel web.

2019
Karate Francia

Viene data la notizia che il karate è ufficialmente escluso dalle Olimpiadi di Parigi 2004.

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 1938 al 1958 (Parte 4/6)

1938
Judo Giappone
Jigoro Kano il feretro avvolto nella bandiera olimpica arriva a Yokohama

Il 4 maggio il Maestro Jigoro Kano, fondatore del judo, muore a causa di una polmonite mentre era su un piroscafo di ritorno da un viaggio in Canada.

Nella foto il feretro del Prof. Kano avvolto nella bandiera olimpica arriva a Yokohama, dopo la sua morte in mare.

Aikido Giappone
Budo manuale tecnico

Viene pubblicato il manuale tecnico di Budo.

1939
Aikido Manciuria

Morihei Ueshiba viene invitato in Manciuria a insegnare.

Taekwondo Giappone

In due anni d'addestramento intensificato, Choi Hong-hi ottenne il grado di cintura nera primo Dan di karate shotokan.

1940
Aikido Giappone

La Fondazione Kobukai viene ufficialmente riconosciuta dal governo giapponese.

Aikido Giappone

Inizia l'allestimento di un luogo all'aperto per la pratica a Iwama-machi, nella prefettura di Ibaraki.

Aikido Manciuria

Morihei Ueshiba partecipa a una dimostrazione di arti marziali in Manciuria che commemora il 2600° anniversario del Giappone.

Taekwondo Giappone

Choi si trasferì a Tokyo per finire il liceo, iscrivendosi alla Dong Higher Business School, cosa che in seguito gli consentì l'ingresso alla facoltà di giurisprudenza alla Chuo University.

Taekwondo Giappone

Choi dichiarò di aver studiato karate all'università sotto la direzione del Maestro Gichin Funakoshi, fondatore dello stile shotokan, ottenendo infine il grado di cintura nera 2° Dan.

1941
Aikido Giappone
Ammiraglio Isamu Takeshita

Il Maestro Ueshiba tiene una dimostrazione, presso il Dojo Sainenkan, organizzata dall'Ammiraglio Isamu Takeshita (1869-1949) (nella foto), di fronte ai membri della famiglia imperiale.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba insegna all'Accademia Militare di Polizia.

Aikido Manciuria

Ueshiba viene invitato a insegnare in Manciuria in occasione della Settimana Universitaria delle Arti Marziali.

Aikido Manciuria
Shimbuden Budo

O-Sensei diventa consulente per le arti marziali nelle Università di Shimbuden e Kenkoku in Manciuria.

In foto: in posa di fronte alla sala Shimbuden Budo dell'Università di Kenkoku. Seduto al centro: Kenji Tomiki e Morihei Ueshiba; in piedi, secondo da sinistra, Hideo Oba; il secondo da destra: Shigenobu Okumura.

Capoeira Brasile

Mestre Pastinha fonda O Centro Esportivo de  Capoeira de Angola no Pelourinho a Salvador de Bahia.

1942
Aikido Giappone

Viene ufficialmente adottato il nome aikido, registrato dal Ministero dell'Educazione.

Aikido Manciuria

In agosto, in occasione del 10° anniversario dell'indipendenza, Morihei Ueshiba viene invitato in Manciuria, a tenere una dimostrazione come rappresentante delle arti marziali giapponesi.

Aikido Giappone

Ueshiba si trasferisce a Iwama, Prefettura di Ibaragi, e grazie alla tranquillità offerta da questo luogo riuscì a migliorare i suoi studi sulle arti marziali.

Aikido Giappone

Il Maestro Ueshiba si dedica all'agricoltura, all'allenamento, alla meditazione e alla preghiera.

Aikido Giappone

Kisshomaru Ueshiba, figlio del fondatore dell'aikido, diviene presidente della Fondazione Kobukai.

Taekwondo Corea

Al suo ritorno in Corea, con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Choi Hong-hi si nasconde per evitare l'arruolamento nell'esercito giapponese.

1943
Aikido Giappone
Aiki Jinja

Viene terminata la costruzione del primo Aiki Jinja, tempio spirituale dell'aikido, a Iwama-machi.

Jujutsu Giappone

Il 25 aprile il Maestro Takeda Sokaku muore mentre era in viaggio per insegnare nella prefettura di Aomori.

Taekwondo Corea

Choi viene catturato il 20 ottobre e inviato con altri studenti coreani a Seoul alla National University per iniziare la sua formazione base.

1944
Karate Okinawa
Meitatsu Yagi (1944)
Meitatsu Yagi

IL 7 luglio nasce il Maestro Meitatsu Yagi.

1945
Karate Giappone

Jinan Shinzato, studente superiore del Maestro Chojun Miyagi, muore nelle prime fasi della battaglia di Okinawa.

Karate Giappone

Fine della Seconda Guerra Mondiale, l'amministrazione USA in Giappone proibisce la pratica del judo e del kendo favorendo in questo modo la crescita del karate.

Karate Giappone
Douglas MacArthur

Il Generale Douglas MacArthur (1880-1964) ordina anche la chiusura del Dai Nippon Butokukai perché molte delle grandi menti militari delle forze armate giapponesi avevano appartenenze a questa istituzione e MacArthur voleva farla finita con qualsiasi tipo di militarismo.

Aikido Giappone

Viene completato il Dojo di Iwama, quello che Morihei Ueshiba chiamava Ubuya (stanza della nascita) ovvero il tempio dell'aikido. Nel tempio furono poste 43 divinità guardiane al tempio stesso.

Aikido Giappone

Con la fine della Seconda Guerra Mondiale e la messa al bando delle arti marziali la Fondazione Kobukai cessa la sua attività.

Taekwondo Corea

In seguito a un piano di fuga fallito, Choi fu inizialmente condannato a sette anni di carcere, ma più tardi la condanna fu cambiata e venne fissata nel 18 agosto la data della sua esecuzione.

Taekwondo Corea

Il 15 agosto, con la sconfitta subita dal Giappone nella Seconda Guerra Mondiale, cessa l'occupazione giapponese in Corea, tre giorni prima della data della sua esecuzione Choi esce dalla prigione di Pyongyang dopo otto mesi di reclusione.

1946
Karate USA

Robert A. Trias apre il primo dojo americano a Phoenix, Arizona e diventa noto come il "Padre del karate americano".

Aikido Giappone
Morihiro Sato

Un dipendente delle Ferrovie Giapponesi, si iscrisse al Dojo di Iwama, si chiamava Morihiro Saito (1928-2002), destinato a diventare uno dei migliori allievi di O-Sensei Ueshiba.

Taekwondo Corea del Sud

Choi diventò uno dei 110 padri fondatori del nuovo esercito coreano (ROK), arruolandosi col grado di sottotenente.

1947
Taekwondo Corea del Sud

Fu un anno di rapide promozioni per Choi Hong-hi che divenne capitano e quindi maggiore.

1948
Judo Inghilterra
European Judo Union EJU

Su iniziativa del Budokwai del Maestro Gunji Koizumi nasce la European Judo Union (EJU) di cui fu eletto Presidente l'inglese Trevor P. Legget, l'unico non giapponese graduato 5° Dan.

Judo Inghilterra

Il Maestro Gunji Koizumi raggiunge il grado di 6° Dan.

Judo Italia

Il 16 e 17 ottobre a Genova durante il III° Congresso della Federazione Italiana Atletica Pesante (FAI fino al 1933) viene approvato il nuovo statuto federale, che contemplava tra gli organi centrali il Gruppo Autonomo Lotta Giapponese (trasformato in Gruppo Autonomo del Judo nel 1951).

Judo Italia

Si disputa a Lanciano il primo Campionato Italiano Maschile di Judo del dopoguerra.

Karate Okinawa

Il 25 novembre a Iejima muore il Maestro Kanbun Uechi.

Aikido Giappone

L'Aikikai Hombu Dojo si trasferisce a Iwama, un ufficio rimane aperto a Tokyo.

Aikido Giappone

Kisshomaru Ueshiba diventa Direttore Generale della Fondazione Hombu Dojo.

Aikido Giappone

In questo anno vengono gettate le basi per il futuro sviluppo dell'aikido.

Taekwondo Corea del Sud

Choi fu inviato a Seul come capo della logistica e divenne istruttore di arti marziali per la Scuola di Polizia Militare Americana.

Taekwondo Corea del Sud

Verso la fine dell'anno Choi divenne tenente colonnello.

1949
Karate Okinawa
Meitetsu Yagi
Meitetsu Yagi

Il 1° geannaio nasce il Maestro Yagi Meitetsu.

Aikido Giappone

Al Dojo di Tokyo riprende la pratica regolare.

Taekwondo USA

A giugno a Choi Hong-hi viene ordinato di andare negli Stati Uniti per l'addestramento presso la US Higher Military (Advanced Military Training School).

1950
Karate Regno Unito

Il karate viene introdotto nel Regno Unito.

Taekwondo USA

Choi Hong-hi raggiunge la laurea il 23 giugno, solo due giorni prima dello scoppio della Guerra in Corea (6·25).

Taekwondo Corea del Sud

Tornato in patria a luglio Choi divenne vice presidente della Scuola Generale dell'Esercito.

1951
Judo Inghilterra
International Judo Federation IJF

L'11 luglio a Londra, viene fondata l'International Judo Federation (IJF) di cui fu eletto presidente l'italiano Aldo Torti. È la federazione internazionale che regola il judo a livello mondiale, inizialmente formata dalle federazioni europee (Gran Bretagna, Francia, Italia, Belgio, Olanda, Germania, Austria e Svizzera) e da quella argentina, mentre molte altre aderirono nei dieci anni successivi.

Judo Francia

Il 5 e 6 dicembre al Palais des Sport di Parigi, si disputa la prima edizione dei Campionati Europei di Judo.
Per l'Italia arriva la prima medaglia, di bronzo, nella categoria 1° kyu grazie al Maestro Elio Volpi.

Judo Inghilterra

Il Maestro Gunji Koizumi è graduato 7° Dan.

Aikido Giappone
Moriteru Ueshiba
Moriteru Ueshiba

Nasce a Tokyo, Moriteru Ueshiba. Diventerà nel 1999 il terzo Doshu.

Aikido Francia

Il Maestro Minoru Mochizuki introduce per primo l'aikido in Francia presentandolo ai judoka francesi. Insegna anche in varie località d'Europa, in modo itinerante e non ufficiale.

Capoeira Brasile
Mestre Canela
Mestre Canela

Il 26 febbraio nasce a Rio de Janeiro, Floriano Franklin Canela conosciuto come Mestre Canela.

Taekwondo Corea del Sud

Choi viene promosso Generale di Brigata. In questo periodo allestisce la Ground General School a Pusan (città portuale della Corea del Sud), in qualità di Assistente Comandante e Capo del Dipartimento Accademico.

1952
Karate Okinawa

Il Maestro Chojun Miyagi concede il permesso al Maestro Yagi Meitoku di aprire un dojo nel distretto Daido di Naha. Fu il primo e unico studente del Maestro Miyagi a cui fu dato il permesso di farlo.

Karate Giappone

A Tokyo muore il Maestro Kenwa Mabuni.

Taekwondo Corea del Sud

Choi fu nominato Capo del Personale del Primo Corpo, e fu responsabile per guidare il Generale MacArthur durante la sua ultima visita a Kang Nung.

Aikido Francia

È con il Maestro Tadashi Abe, inviato ufficiale dell'Hombu Dojo Aikikai, che l'aikido viene insegnato per la prima volta regolarmente in occidente. Il Maestro Tadashi Abe dopo aver visitato vari paesi d'Europa, tra cui l'Italia, si stabilizza in Francia presso il dojo di judo del Maestro Mikonosuke Kawaishi.

1953
Judo Italia
Ken Noritomo Otani

Arriva in Italia il Maestro Noritomo Ken Otani (1920-2017). Allora 5° Dan, è stato il primo giapponese a insegnare judo in Italia influenzando per almeno tre decenni lo sviluppo del judo italiano.

Karate Okinawa

L'8 ottobre, all'età di 53 anni, muore il Maestro Chojun Miyagi.

Taekwondo Corea del Sud

Choi Hong-hi divenne l'autore del libro più autorevole sulla intelligence militare in Corea.

Taekwondo Corea del Sud

Choi chiese a Baek Sun-yeop, capo di stato maggiore dell'esercito, e ottenne di poter creare la 29ª divisione di fanteria.

1954
Taekwondo Corea del Sud
29a divisione fanteria

La 29ª divisione di fanteria, guidata da Choi Hong-hi, lasciò l'isola di Cheju a giugno e fu assegnata al Primo Corpo del Quartier Generale dell'Esercito, nella provincia di Kang Won nella parte orientale della Corea.

Taekwondo Corea del Sud

A metà settembre, nella pianura di Ohori, celebrarono insieme il quarto anniversario del Primo Corpo e il primo annivversario della 29ª divisione, evento simbolico nella storia del taekwondo.

1955
Karate Italia
Vladimiro Malatesti

Il karate viene introdotto in Toscana da un marinaio, Vladimiro Malatesti (1908-1967), che lo aveva appreso nei suoi viaggi in Oriente.

Taekwondo Corea del Sud

Il Generale Choi Hong-hi indice una storica tavola rotonda, a cui parteciparono i più prestigiosi maestri coreani, dove venne codificata e creata una nuova arte marziale. L'11 aprile, il consiglio riunito dal Generale Choi, stabilì il nome taekwondo, suggerito dallo stesso Generale.

1956
Judo Italia
Tadashi Koike

Arriva in Italia il Maestro Tadashi Koike (1927-1997), che con Noritomo Ken Otani, sarà una figura fondamentale per il judo in Italia.

Judo Giappone

Si disputano i primi Campionati Mondiali di Judo a Tokyo.

Aikido Giappone

L'Hombu Dojo ritorna a Tokyo.

Aikido Giappone
Andrè Nocquet

O-Sensei Morihei Ueshiba tiene una dimostrazione all'Aikikai Hombu Dojo di fronte a molti dignitari stranieri, organizzata da Andrè Nocquet (in foto).

Karate Okinawa

Il Maestro Meitoku Yagi fonda l'Okinawa Karate-do Goju-kai.

1957
Karate Giappone
Gichin Funakoshi Memorial nel tempio Enkakuji a Kamakura

Il 26 aprile a Tokyo, muore il Maestro Gichin Funakoshi.

Nella foto: il memorial del Maestro Gichin Funakoshi nel tempio Enkakuji a Kamakura.

Karate Okinawa

Il Maestro Meitoku Yagi sposta il dojo dal quartiere Daido al distretto Naha Kume.

Judo Olanda
Nicola Tempesta

Nicola Tempesta (1935-2021) vince a Rotterdam il primo titolo europeo dell'Italia.

1958
Judo Giappone
Kodokan Tokyo

Il 25 marzo s'inaugura il grandioso complesso del più grande "circolo privato" del mondo, il Kodokan trova la sua degna e definitiva sede.

Aikido USA

L'aikido appare in un documentario della televisione americana intitolato "Rendez-Vous with Adventure".

Karate Italia
Murakami Tetsuji

Su invito del Maestro Vladimiro Malatesti, arriva  in Toscana, il Maestro Murakami Tetsuji (1927-1987) che insegna lo stile Shotokai del Maestro Egami.
Sarà il primo Maestro giapponese a insegnare in Italia.

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 1801 al 1910 (Parte 2/6)

1809
Capoeira Brasile

D. Joao VI stabilisce la Guardia Reale di Polizia, mettendone a capo il Maggiore Nunes Vidigal, noto persecutore dei capoeristi, il Maggiore Vidigal era lui stesso un capoerista esperto.

1815
Karate Okinawa

Muore il Maestro Sakugawa "Tode" Kanga.

1821
Capoeira Brasile

La Comissao Militar de Rio de Janeiro richiede al ministero della guerra che i neri capoeristi vengano puniti pubblicamente.

1822
Capoeira Brasile

Il Brasile ottiene l'indipendenza dal Portogallo e diventa un impero.

1827
Karate Okinawa
Anko Asato (1827-1906)
Anko Asato

Nasce a Okinawa il Maestro Anko Asato, uno dei due principali Maestri di Gichin Funakoshi.

1830
Capoeira Brasile

Anche le danze vengono proibite: non servono più a occultare una lotta.

1831
Karate Okinawa
Anko Itosu (1831-1915)
Anko Itosu

A Naha, nasce il Maestro Anko Itosu considerato il primo grande "modernizzatore" avendo operato modifiche al karate precedente per poter diffondere la disciplina su larga scala, eliminando le tecniche più pericolose contenute nei kata.

1853
Karate Okinawa
Kanryo Higaonna (1853-1915)
Kanryo Higaonna fondatore del Naha-te

Il 10 marzo a Nishi-shin-machi, Naha (Okinawa) nasce il Maestro Higaonna Kanryo conosciuto anche come Higashionna, fondatore del Naha-te.

1859
Jujutsu Giappone
Sokaku Takeda (1859-1943)
Takeda Sokaku

Il 10 ottobre nasce il Maestro Takeda Sokaku. Inizialmente destinato  allo studio del Jikishinkage-ryu sotto la guida di Sasakibara Kenkichi, ma la morte del fratello maggiore fa sì che diventi il soke del Daito-ryu. Inizia allora una lunga opera di insegnamento itinerante.

1860
Judo Giappone
Jigoro Kano (1860-1938)
Jigoro Kano fondatore del Judo

Il 28 ottobre a Mikage, nella prefettura di Hyogo, vicino Kobe, in Giappone, nasce il Maestro Jigoro Kano fondatore del Judo Kodokan.

1868
Karate Okinawa

Con l'inizio della restaurazione Meiji il karate non deve più essere praticato in segreto. Questo restauro è durato fino al 1912.

Karate Okinawa
Gichin Funakoshi (1868-1957)
Gichin Funakoshi fondatore karate shotokan

Il 10 novembre a Shuri, Naha (Okinawa) nasce il Maestro Gichin Funakoshi, fondatore dello stile Shotokan.

1871
Judo Giappone

Jigoro Kano si trasferisce a Tokyo con la famiglia.

Capoeira Brasile

Con la "Lei do Ventre Libre" viene decretata l'emancipazione dei nascituri figli di schiavi.

1876
Taekwondo Corea

I giapponesi costrinsero il paese a stringere con loro relazioni diplomatiche e commerciali, imponendo l'apertura di alcuni porti.

1877
Judo Giappone
Hachinosuke Fukuda (1829-1880)
Hachinosuke Fukuda

Jigoro Kano inizia lo studio del jujutsu alla Tenshin Shin'yo-ryu sotto la guida del Maestro Fukuda Hachinosuke.

Karate Okinawa
Kanbun Uechi (1877-1948)
Kanbun Uechi fondatore dell'Uechi-ryu

Il 5 maggio nasce a Motobu il Maestro Kanbun Uechi, fondatore dell'Uechi-ryu, uno degli stili primari del karate di Okinawa.

1879
Karate Okinawa
Re Sho Tai (1843-1901), ultimo Re delle Ryukyu
Re Sho Tai

Dopo tre secoli di controllo dei Satsuma su Okinawa, il Re Sho Tai abdicò e l'isola entrò ufficialmente a far parte dell'Impero giapponese come prefettura di Okinawa l'11 marzo.

1881
Judo Giappone

Jigoro Kano si laurea all'Università di Tokyo.

Judo Giappone

Il Maestro Jigoro Kano inizia lo studio alla Kito-ryu con il Maestro Iikubo Tsunetoshi.

1882
Judo Giappone
Fondazione del Kodokan
Tempio Eisho

Il 5 giugno, è ufficialmente considerata la data della fondazione del Kodokan, con l'apertura della prima sede in Eisho-ji, con solo 12 tatami e 9 allievi, nel quartiere di Shimoya di Tokyo.

Judo Giappone
Jigoro Kano all'età di 22 anni

Jigoro Kano (nella foto all'età di 22 anni) insegna al liceo Gakushuin (Scuola dei Pari).

Judo Europa

Il Maestro Jigoro Kano viaggia in Europa per studiare i metodi scolastici.

1883
Judo Giappone

A febbraio il Kodokan è costretto a trasferirsi, e impianta la sua sede provvisoria in Jimbocho, Kanda, fruendo di soli 10 tatami.

Judo Giappone

In seguito il Sig. Shinagawa mette a disposizione del Maestro Jigoro Kano una parte della sua abitazione, in Kojimachi, in cui trovano posto 40 tatami.

Aikido Giappone
Morihei Ueshiba (1883-1969)
Morihei Ueshiba fondatore dell'Aikido

Morihei Ueshiba, fondatore dell'aikido, nasce il 14 dicembre a Tanabe, nella prefettura di Wakayama.

1884
Judo Giappone

Jigoro Kano completa la prima versione del Nage No Kata (forma delle proiezioni).

1885
Judo Giappone
Gunji Koizumi (1885-1965)
Gunji Koizumi il padre del judo britannico

L'8 luglio nel villaggio di Kamatsuka Oaza, nella Prefettura di Ibaraki nasce il Maestro Gunji Koizumi, considerato il "Padre del Judo Britannico".

Judo Giappone

Viene definita la prima versione del Katame No Kata (forma delle immobilizzazioni o del controllo).

1886
Judo Giappone

Dopo la vittoria in un torneo, viene sancita la supremazia, non solo morale ma anche tecnica, del Kodokan sulle altre scuole di jujutsu.

Judo Italia
Carlo Oletti (1886-1914)
Carlo Oletti il padre del judo italiano

Nasce a Torino, Carlo Oletti, considerato il "Padre del Judo Italiano".

1887
Judo Giappone

Prime elaborazioni di kata da parte del Maestro Jigoro Kano dello Shinken Shobu No Kata (forma di combattimento reale) che in seguito diventerà il Kime No Kata (forma della decisione).

1888
Karate Okinawa
Chojun Miyagi (1888-1953)
Chojun Miyagi fondatore dello stile Goju-ryu

Il 25 aprile a Naha (Okinawa) nasce il Maestro Chojun Miyagi, fondatore dello stile Goju-ryu. Fu il primo Maestro di karate a essere insignito del grado di "Kyoshi", 2° livello, dal Dai Nippon Butokukai.

Capoeira Brasile
Lei Áurea

Il 13 maggio, probabilmente dietro la spinta di José Carlos Do Patrocinio, la Principessa Isabel firma la "Lei Áurea" (in foto la lettera originale) e abolisce la schiavitù in Brasile.

Capoeira Brasile

Le élite bianche abbracciano la politica di "sbiancamento" sovvenzionando l'immigrazione europea.

1889
Capoeira Brasile
Mestre Pastinha (1889-1981)
Mestre Pastinha fondatore della prima scuola di Capoeira Angola

Il 5 aprile, a Salvador de Bahia, nasce Vicente Ferreira Pastinha, poi conosciuto come Mestre Pastinha, fondatore della prima scuola di capoeira Angola.

Capoeira Brasile

Un colpo di stato militare segna la fine dell'Impero e, il 15 novembre, viene instaurata la Prima Repubblica.

Karate Okinawa
Kenwa Mabuni (1889-1952)
Kenwa Mabuni

A Shuri (Okinawa), nasce il Maestro Kenwa Mabuni, fondatore dello stile Shito-ryu.

1890
Judo Giappone

Ad aprile il Kodokan, con 60 tatami, si stabilisce in Hongo-ku, Nasago-cho.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba viene mandato a Jizodera nel tempio buddhista della setta Shingon.

Karate Okinawa

Muore il Maestro Sokon Matsumura.

Capoeira Brasile
Marechal Deodoro da Fonseca

Il presidente Marechal Deodoro da Fonseca (1827-1892) vieta formalmente l'espressione culturale africana (compresa la capoeira).

Capoeira Brasile
Ruy Barbosa de Oliveira

Il Ministro delle Finanze, Ruy Barbosa de Oliveira (1849-1923), firma una risoluzione per "cancellare" il periodo della schiavitù dalla storia del suo paese. Ciò ha provocato l'incendio della maggioranza dei documenti pubblici che riguardavano gli schiavi africani in Brasile.

1891
Judo Giappone

Jigoro Kano diviene Consigliere del Ministero della Pubblica Istruzione e Preside del 5^ Liceo Nazionale in Kumamoto.

1892
Karate Giappone
Hironori Otsuka (1892-1982)
Hironori Otsuka

Il 1° giugno a Shimodate, l'odierna Chikusei nella Prefettura di Ibaraki (Giappone) nasce il Maestro Hironori Otsuka, fondatore dello stile Wado-ryu.

1893
Judo Giappone

Jigoro Kano diventa dirigente della Sezione Libraria del Ministero, Dirigente del 1^ Liceo Nazionale e Preside della Scuola dei Maestri.

1894
Judo Giappone

A febbraio la nuova sede del Kodokan in Koishikawa-ku, Shimotomisaka-cho, è attrezzata con 107 tatami.

1895
Judo Giappone

Il Maestro Kano formula il 1° Go-kyo.

1897
Judo Giappone

Il Maestro Gunji Koizumi inizia lo studio del kenjutsu.

Judo Giappone

Il Kodokan, sempre nella sede di Koishikawa-ku, Shimotomisaka-cho si ingrandisce raggiungendo il numero di 207 tatami.

Judo Giappone

È in questo periodo che Jigoro Kano crea la prima versione del Ju No Kata, originariamente definito il kata della ginnastica (Taiso No Kata), comprende 10 tecniche.

1898
Judo Giappone

A gennaio, la superficie utile del Kodokan viene portata a 314 tatami dopo il trasferimento a Otsuka Sakashita-cho.

Judo Giappone

Il Prof. Kano diviene Dirigente del Dipartimento Affari del Ministero dell'Educazione.

1899
Capoeira Brasile
Mestre Bimba (1899-1947)
Mestre Bimba il padre della Capoeira Regional

Il 23 novembre, nasce a Salvador de Bahia, Manoel dos Reis Machado, conosciuto come Mestre Bimba, unanimamente considerato il padre della capoeira Regional.

1900
Judo Giappone

Viene costituita l'Associazione dei Titolari del Grado Dan del Kodokan.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba inizia lo studio delle arti marziali, che si protrarrà fino al 1922. Attinge a numerose fonti ma tecnicamente è debitore soprattutto al Maestro Sokaku Takeda della Daito-ryu.

Karate Okinawa
Ryuko Arakaki

Il Maestro Chojun Miyagi comincia l'allenamento con il Maestro Ryuko Arakaki (1840-1918) (nella foto).

Karate Okinawa

Il Maestro Itosu Anko insegna karate ai bambini delle scuole elementari dopo la scuola.

1901
Judo Giappone

Il Maestro Gunji Koizumi inizia lo studio del jujutsu alla Tenshin Shin'yo-ryu sotto la guida del Maestro Tago Nobushige.

Aikido Giappone

Il fondatore dell'aikido si trasferisce a Tokyo nel mese di settembre e apre un negozio di articoli di cancelleria.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba studia jujutsu a Tokyo, alla Tenshin Shin'yo-ryu con il Maestro Tokusaburo Tozawa.

Aikido Giappone

Breve studio della scuola di spada Shinkage-ryu.

1902
Judo Giappone

Jigoro Kano fonda un'associazione per lo scambio di studenti con la Cina (attiva fino al 1909).

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba lavora come impiegato nel distretto commerciale.

Karate Okinawa

Il Maestro Gichin Funakoshi promuove la prima dimostrazione pubblica di karate sull'isola di Okinawa per la visita di Shintaro Ozawa, provveditore scolastico della prefettura giapponese di Kagoshima.

1903
Aikido Giappone
Morihei Ueshiba e la moglie Itogawa Hatsu

Hatsu Itogawa si sposa con il Maestro Ueshiba a Tanabe.

Aikido Giappone

O-Sensei alla fine di dicembre si arruola nell'Esercito: 61° Reggimento di Fanteria di Wakayama.

1904
Judo Giappone

Gunji Koizumi si allena sotto la guida del Maestro Yamada Nobukatsu, un ex samurai.

Giappone

Scoppia la guerra tra la Russia e il Giappone.

1905
Judo Singapore

Il Maestro Gunji Koizumi si allena a Singapore sotto la guida del Maestro Tsunejiro Akishima.

Judo Giappone

18 Maestri rappresentanti delle principali scuole di jujutsu del Giappone si ritrovano al Butokukai di Tokyo per unirsi al Sistema Kano.

Aikido Manciuria
Manciuria

Il Reggimento del Maestro Morihei Ueshiba parte per il fronte della Manciuria.

Nella foto: in rosso scuro la Manciuria interna (Cina), in rosso chiaro la Manciuria esterna (Russia).

1906
Aikido Giappone

Morihei Ueshiba si congeda dall'Esercito e ritorna a Tanabe.

1907
Judo USA

Il Maestro Gunji Koizumi arriva a New York (USA).

Judo Giappone

Jigoro Kano modifica il Ju No Kata, arrivando all'attuale classificazione con 15 tecniche suddivise in tre gruppi.

Aikido Giappone

Tornato nel paese natale, Morihei Ueshiba, lavora nella fattoria di famiglia. In questo periodo il padre trasformò il granaio in un dojo e invitò il Maestro Takagi a insegnare judo al figlio.

Giappone
Minoru Mochizuki (1907-2003)
Minoru Mochizuki fondatore del dojo yoseikan

Il 7 aprile nasce a Shizuoka Minoru Mochizuki, artista marziale giapponese fondatore del Dojo Yoseikan. Sarà studente diretto del Maestro Jigoro Kano fondatore del judo, del Maestro Morihei Ueshiba fondatore dell'aikido e del Maestro Gichin Funakoshi fondatore del Karate Shotokan. Raggiungerà il grado di 10° dan in Aikido, 9° dan nel jujutsu, 8° dan nello iaido, 8° dan nel judo, 8° dan nel kobudo, 5° dan nel kendo, 5° dan nel karate e 5° dan nel jojutsu.

1908
Karate Okinawa

Grazie all'infaticabile opera del Maestro Anko Itosu, il karate entrò nel curriculum scolastico degli studenti di Okinawa, perdendo così le precedenti caratteristiche di segretezza note col principio di Isshi-soden (la trasmissione completa delle tecniche di uno stile avveniva solo tra il Maestro e un allievo).

Aikido Giappone
Masanosuke Tsuboi

Morihei Ueshiba riceve dal Maestro Masanosuke Tsuboi (noto anche come Masakatsu Nakai) (1891-1908) (in foto), il certificato di Yagyu-ryu jujutsu.

1909
Judo Giappone

Il Kodokan diventa Ente Morale.

1910
Aikido Giappone

Il Maestro Morihei Ueshiba si sposta nell'Hokkaido per valutare un progetto di sviluppo del territorio sponsorizzato dal governo per poi tornare subito a Tanabe.

Judo Giappone

Il judo è riconosciuto come uno sport che può essere praticato in modo sicuro.

Judo Inghilterra

Il Maestro Gunji Koizumi torna in Inghilterra.

Taekwondo Corea

Tokyo annetté formalmente la Corea, prima in forma di protettorato e dal 2 agosto 1910 in qualità di colonia con il nome di Governatorato Generale Choson.

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 3400 a.C. al 1800 (Parte 1/6)

~3400 a.C.
Egitto
Tomba Beni Hasan

Nella tomba 15 a Beni Hasan, sito della necropoli dell'antica città egizia di Menat Khufu, a 20 chilometri a sud della moderna Minya, vengono ritrovati dei murales raffiguranti scene di battaglia. Rappresentano l'opera più antica che mostra qualche forma di lotta.

~3000 a.C.
Mesopotamia
Rilievo in terracotta di due pugili della Mesopotamia

Risalgono a questo periodo i graffiti e alcune statuette babilonesi raffiguranti gestualità tipiche delle arti marziali, provenienti da Eshnunna, antico nome di una città-stato sumerica nella bassa Mesopotamia, nei pressi dell’odierna Ba’quba.

~2600 a.C.
Wushu Cina
Huang Di (... -2957 a.C.)
Huang Di

In questo periodo, l’Imperatore Giallo, Huang Di, è il primo a studiare una sorta di combattimento a mani nude denominato Chiao-ti, da utilizzare con le sue truppe durante le battaglie.

560 a.C.
India
Siddharta Gautama Buddha (566 a.C. - 486 a.C.)
Siddharta Gautama Buddha

Nascita del Buddhismo per opera del principe Siddharta Gautama Buddha.

~500 a.C.
Wushu Cina
Confucio (551 a.C. - 479 a.C.)
Confucio

Confucio esorta i giovani a praticare oltre gli esercizi spirituali e allo studio, anche gli stili di combattimento come il tiro con l’arco, la scherma, la corsa con i carri, il pugilato, chiamato con diversi nomi: Wu-ni, Chi-chi, Chi-ni, ecc.

300 a.C.
Karate Okinawa

È considerata in questa data l’arrivo dal Giappone degli abitanti originari delle Isole Ryukyu, di cui fa parte Okinawa.
Okinawa, la più grande e importante isola della catena delle Ryukyu, si trova nel mare della Cina orientale a circa 550 chilometri a sud della principale isola meridionale del Giappone, a 550 km a nord di Taiwan e 740 chilometri a est del continente cinese. Si tratta di una piccola isola, lunga 108 km e variabile tra 5 e 24 km di larghezza. Ricca di foreste, Okinawa oggi sostiene una popolazione di un milione di persone che vivono principalmente nel sud come a nord.

230 a.C.
Sumo Giappone
Nihon Shoki Nihonji

Nel Nihon Shoki Nihonji (trenta volumi che narrano le vicende del Giappone fino al 697 d.C., la cui compilazione è terminata nel 720 d.C.) si riferisce di pubbliche competizioni di forza, che servivano anche a selezionare gli uomini più vigorosi, destinati alla guardia imperiale o alla formazione di corpi speciali. La tecnica usata in questi incontri è uno stretto antenato del sumo.

57 a.C.
Taekwondo Corea
Tre Regni di Corea

L'inizio del periodo dei "Tre Regni di Corea" viene tradizionalmente indicato nel 57 a.C., quando il regno Saro (in seguito Silla), nella parte sud orientale della penisola, ottenne l'autonomia dall'impero cinese, al tempo della dinastia Han. Koguryo, sorto sul fiume Amnok, conquistò l'indipendenza dalla Cina nel 37 a.C. Nel 18 a.C., due principi di Koguryo si trovarono in lotta per la successione e fondarono Paekje nella parte a sud ovest della penisola (oggi Seul), con capitale Ungjin, in seguito Sabi nella parte a sud ovest di Seul.

23 a.C.
Sumo Giappone
Utagawa Hiroshige: Nomi no Sukune and Taima no Kehaya

Durante il regno dell’Imperatore Suinin durato dal 29 a.C. al 70 d.C, si tenne il famoso incontro fra Taima-no-Kehaya e Nomi-no-Sukune, che uccise l’avversario spezzandogli la schiena. Il vincitore ricevette dall’Imperatore l’incarico di regolamentare e rendere meno pericoloso il suo metodo di lotta. Nomi-no-Sukune chiamò il nuovo stile sumo.

50 a.C.
Taekwondo Corea
Muyong-chong

A questo periodo risalgono i primi documenti nei quali viene espressamente citata la pratica del taekwondo. Come prova di questa datazione, vengono utilizzati i dipinti murari della pratica dal Tae Kyon visibili in una tomba reale della dinastia Koguryo (37 a.C. - 668 d.C.).

~140
Wushu Cina
Hua Tuo (~140-208)
Hua Tuo

Sempre in questo periodo, vive anche il famoso chirurgo taoista Hua Tuo che ideò un certo numero di esercizi ispirati a cinque animali: l’orso, il cervo, la scimmia, la gru e la tigre.

160
Wushu Cina
Guan Yu (160-219)
Guan Yu

Il famoso eroe popolare Guan Yu compie le sue eroiche gesta in questo periodo. Resterà famoso il suo modo di utilizzare l’alabarda, da allora chiamata in suo ricordo Guan Dao, che diventerà una delle armi fondamentali dello Shaolinquan.

496
Wushu Cina
Shaolin-si

L’Imperatore Xiaowen fonda il Tempio Shaolin-si (“Tempio della Giovane Foresta”), divenuto famoso col semplice nome di Tempio Shaolin, situato nell’attuale regione dell’Henan, collocato sul versante settentrionale del monte Songshan, quindi nei pressi dell’antica capitale Luoyang.

520
Wushu Cina
Bodhidharma (~438-540)
Bodhidharma

Bodhidharma, fondatore del Buddhismo Chan, arriva al Tempio Shaolin. 607 Okinawa Karate Avviene il primo contatto documentato tra gli abitanti di Okinawa e la Cina, durante la dinastia Sui. Tuttavia essendo incapaci di comprendere il dialetto di Okinawa (Hogan), gli inviati cinesi fecero ritorno senza aver potuto stabilire accordi sostanziali.

540
Taekwondo Corea
Antichi Guerrieri Hwarang

Il regno di Chin Heung, ventiquattresimo re di Silla, si sviluppa dal 540 al 576. È in questo periodo che furono addestrati uomini in grado di garantire l’integrità dei confini del regno, gli Hwarang (Hwa = fiore, Rang = giovane).

607
Karate Okinawa

Avviene il primo contatto documentato tra gli abitanti di Okinawa e la Cina durante la dinastia Sui. Tuttavia essendo incapaci di comprendere il dialetto di Okinawa (Hogan), gli inviati cinesi fecero ritorno senza aver potuto stabilire accordi sostanziali.

660
Taekwondo Corea

Re Muyeol di Silla ordinò ai suoi eserciti di attaccare Paekje. Il generale Kim Yu-shin, aiutato dalle forze Tang, conquistò Paekje.

668
Taekwondo Corea
Re Munmu (626-681)
Re Munmu

Nel 661 Silla e i Tang mossero contro Koguryo, ma furono respinti. Re Munmu, figlio di Muyeol e nipote del generale Kim, lanciò un'altra campagna nel 667 e Koguryo cadde poi l'anno seguente, dando vita al primo regno unitario coreano noto come Grande Silla.

858
Sumo Giappone
Imperatore Seiwa (850-881)
Imperatore Seiwa

I figli dell’Imperatore Mantuko, Korehito e Koretaka, arrivarono a disputarsi il trono con un incontro di sumo fra i campioni Yoshiro e Natora. Vinse Yoshiro e Korehito divenne l’Imperatore Seiwa.

935
Taekwondo Corea
Re Taejo (877-943)
Taejo of Goryeo

Il ribelle Wang Kon (877-943) obbligò l’ultimo re di Silla ad abdicare e si proclamò re del Neo-Koguryo (Koryo, abbreviazione del nome Koguryo da cui deriva il nome Corea), con il nome di Taejo (grande progenitore). Fu il fondatore della dinastia Goryeo che regnò fino al 1392.

1045
Jujutsu Giappone
Minamoto no Yoshimitsu (1045-1127)
Minamoto no Yoshimitsu (1045-1127)

Nasce Minamoto no Yoshimitsu, figlio di Minamoto no Yoriyoshi. È stato un samurai del clan Minamoto durante il periodo Heian della storia del Giappone. Suo fratello era il famoso Minamoto no Yoshiie. Dopo aver studiato le tecniche ancestrali del suo clan e quelle del tegoi (predecessore del sumo) e avere approfondito personalmente sulla base dell'esperienza bellica, getta le basi di un nuovo sistema marziale. Lo definisce Daito-ryu Aiki-jujutsu, dal nome del palazzo nel feudo di Kai ove ha la sua residenza.
Yoshimitsu è anche conosciuto come Shinra Saburo.

1231
Taekwondo Corea

Arrivano le devastanti invasioni dei Mongoli in Corea che razziarono il paese.

1270
Taekwondo Corea
Kublai Khan (1215-1294)
Kublai Khan

Viene siglata la pace con Kublai Khan.

1340
Karate Okinawa
I tre regni di Okinawa

I piccoli domini sparsi sull'isola di Okinawa furono unificati e si crearono così tre regni rivali: Hokuzan (Montagna Settentrionale), Chuzan (Montagna Centrale) e Nanzan (Montagna Meridionale).

1372
Karate Okinawa

Satto, leader del più potente dei tre regni di Okinawa, incontra Yang Zai, rappresentante speciale dell'imperatore cinese Hong Wu. Satto vede il valore di un rapporto con i cinesi e instaura un'alleanza accompagnata dai tributi.

1374
Karate Okinawa

Taiki, fratello minore di Re Satto, viene inviato a Nanjing, come leader di una missione per definire formalmente il patto tributario e le relazioni commerciali con la Cina.

1392
Taekwondo Corea
Yi Taejo (1335-1408)
Yi Taejo

Fine della dinastia Koryo con la salita sul trono di Yi Seong-gye con il nome regale di Yi Taejo, capostipite della dinastia Yi e del periodo conosciuto anche come età del Regno Choson.

1393
Karate Okinawa

Trentasei famiglie della provincia di Fukien della Cina, si stabiliscono nel villaggio di Kume, nel distretto Kuninda di Naha a Okinawa. Questa missione diventa una fonte importante di cultura cinese, per la tecnologia, la filosofia e per le arti marziali unendo le tecniche portate dai cinesi con un sistema di combattimento sconosciuto che già esisteva a Okinawa.

1404
Karate Okinawa

Il primo Imperatore della dinastia Ming invia Shi Zhong, suo sapposhi (inviato speciale) presso Bunei, principe di Chuzan. Da quel momento sapposhi cinesi cominciarono a visitare Okinawa regolarmente, queste visite saranno più di venti in un periodo di cinquecento anni, approssimativamente ogni volta che un nuovo re assumeva il potere a Okinawa.

1429
Karate Okinawa

Sho Hashi, Re di Chuzan, unifica i tre regni di Okinawa (Hokuzan a nord, Chuzan al centro e Nanzan a sud), fondando la prima dinastia Sho.

1470
Karate Okinawa

Caduta della prima dinastia Sho.

1477
Karate Okinawa
Re Sho Shin (1465-1526)
Re Sho Shin

Fondazione della seconda dinastia Sho per opera di Re Sho Shin.

1500
Capoeira Brasile
Pedro Alvares Cabral (1467-1520)
Pedro Alvares Cabral

L’esploratore Pedro Alvares Cabral rivendica le terre del Brasile per la corona portoghese dando inizio al trasporto di schiavi verso la nuova colonia.

1507
Karate Okinawa

Re Sho Shin, per mantenere la pace, introduce il divieto di possedere armi per tutte le persone, tranne la classe superiore e le forze di pace del tempo. Questo aumenta la necessità di abilità nel combattimento senza armi. Il kobudo di Okinawa inizia ad evolversi in questo momento per la ricerca delle persone di altri modi per difendersi.

1538
Capoeira Brasile

Prima spedizione conosciuta di schiavi in Brasile.

1583
Capoeira Brasile
Tratados Da Terra E Gente Do Brasil

Tra il 1583 e il 1598 prima apparizione della parola capoeira in portoghese: Padre Fernao Cardim, nell’opera “Tratados Da Terra E Gente Do Brasil”.
Connotazione: vegetazione secondaria, campi abbandonati.

1592
Taekwondo Corea

Breve invasione giapponese durata fino al 1597 che segnò per il regno Choson il passaggio a un periodo di debolezza e caos politico.

1600
Capoeira Brasile

Vengono deportati una media di 5600 schiavi all’anno.

1609
Karate Okinawa
Satsuma Samurai

Il grande clan giapponese Satsuma invade e conquista Okinawa.

1610
Capoeira Brasile
Quilombo dos Palmares

Quilombo dos Palmares, oggi stato di Alagoas, viene fondata da schiavi fuggiaschi. Il bisogno di segretezza rende impossibile dare una data precisa a questo evento.

Nella foto: Serra da Barriga, in União dos Palmares, Alagoas, è il Memorial Park Palmares. Le case del più grande quilombo brasiliano sono state ricostruite basandosi su documenti storici.

1623
Sumo Giappone

Si esibiscono a Edo i primi lottatori professionisti di sumo.

1624
Capoeira Brasile

Gli olandesi invadono la regione del “Nordeste” del Brasile. Viene di conseguenza destabilizzata la produzione dello zucchero e facilitata la fuga degli schiavi. A questo periodo risalgono i primi documenti che parlano di capoeira.

1627
Taekwondo Corea

Invasione Manciù che, fino al 1637, ridussero la Corea a stato vassallo della Cina.

1629
Karate Okinawa

Nel tentativo d'impedire qualsiasi rivolta, il clan Satsuma vieta tutte le armi, compresa la spada, e la pratica delle arti marziali. I vari gruppi di kungfu e di tode di Okinawa si riunirono segretamente creando un nuovo stile di combattimento chiamato semplicemente te (mano). La pratica del te nelle tre scuole principali (Shuri-te, Naha-te e Tomari-te) si sviluppò clandestinamente costringendo gli esperti di arti marziali a riunirsi in segreto e formare delle vere e proprie società segrete aventi tra l’altro per scopo quello di resistere al dominio del Clan Giapponese e quello di proteggere la popolazione di Okinawa. Gli insegnamenti avevano dunque da un lato un carattere esoterico a causa della segretezza con la quale venivano insegnati e dall’altro erano divenuti particolarmente violenti poiché lo scopo era principalmente quello di uccidere il nemico.

1640
Capoeira Brasile

Iniziano le invasioni olandesi, tra cui quella del Quilombo dos Palmares. A seguito della disorganizzazione sociale della costa brasiliana gli schiavi africani evadono verso l’interno del Brasile.

1644
Capoeira Brasile

Tentativo olandese di soggiogare il quilombo di Palmares respinto dai suoi abitanti.

1654
Capoeira Brasile

I portoghesi cacciano gli olandesi dal nordeste brasiliano. Gli olandesi si ritirano dal Brasile.

1655
Capoeira Brasile
Zumbì (1655-1695)
Zumbi

A Palmares, nasce Zumbì, nipote della principessa congolese Aqualtune.

1662
Capoeira Brasile

Ancora bambino, Zumbì viene rapito da soldati portoghesi e portato a Porto Calvo, dove è consegnato al gesuita António Melo, e battezzato col nome di Francisco.
Aiuta nelle messe e studia portoghese e latino.

1668
Karate Okinawa
Chatan Yara (1668-1756)
Chatan Yara

Nasce il Maestro Chatan Yara, del villaggio di Chatan, Shuri a Okinawa. Sarà il Maestro di Takahara Peichin.

1670
Capoeira Brasile
Ganga Zumba (1630-1680)
Ganga Zumba

Zumbì a 15 anni fugge e torna a Palmares. Lo stesso anno Ganga Zumba (nel ritratto), figlio della principessa Aqualtune e zio di Zumbì, assume la leadership del quilombo, che conta ormai più di 300000 abitanti.

1675
Capoeira Brasile

Nella lotta contro i soldati portoghesi comandati dal Sargento-mor Manuel Lopes, Zumbì si dimostra un grande guerriero e organizzatore militare. Lo stesso anno le truppe portoghesi dopo una battaglia sanguinosa avanzano nel territorio del quilombo. Dopo una ritirata di cinque mesi, gli abitanti del quilombo contrattaccano, tra loro Zumbì con appena venti anni di età. Dopo una lotta feroce, Manuel Lopes è obbligato a ritirarsi a Recife. Palmares si estendeva dal confine sinistro di São Francisco fino a Capo Santo Agostinho e aveva più di duecento chilometri di estensione, una repubblica con una rete di undici “mocambo” (città), simili alle città murate medievali europee, dove al posto delle mura di pietra sorgevano palizzate di legno. Il mocambo principale, il primo a essere fondato dagli schiavi fuggiaschi si trovava nella Serra da Barriga e aveva il nome di Cerca do Macaco. Due vie spaziose con circa 1500 capanne e ottomila abitanti. Amaro, l’altro mocambo, ne aveva 5000. Gli altri mocambo erano Sucupira, Tabocas, Zumbì, Osenga, Acotirene, Danbrapanga, Sabalangá e Andalaquituche.

1680
Capoeira Brasile

Zumbì prende il posto di Ganga Zumba a Palmares e comanda la resistenza contro le truppe portoghesi.

1683
Karate Okinawa

Il Sapposhi Wanshu giunge ad Okinawa, forse introducendo nuove tecniche di combattimento.

Karate Okinawa
Takahara Peichin (1683-1760)
Takahara Peichin

La leggenda vuole che in questa data sia nato Takahara Peichin, primo Maestro di Sakugawa “Tode” Kanga.

1694
Capoeira Brasile
Domingos Jorge Velho (1641-1705)
Domingos Jorge Velho

Domingos Jorge Velho e Vieira de Melo comandano l’attacco finale contro la Cerca do Macaco, principale “mocambo” (villaggio) del quilombo di Palmares, luogo di nascita di Zumbì. Circondata da tre palizzate ognuna e difesa da più di 200 uomini armati, dopo 94 anni di esistenza, il quilombo soccombe all’esercito portoghese. Benché ferito, Zumbì riesce comunque a fuggire.

1695
Capoeira Brasile

Dopo molti tentativi, Quilombo dos Palmares viene invaso e conquistato. Il 20 novembre 1695 Zumbì, tradito e denunciato da un vecchio amico, è localizzato, catturato e decapitato a 40 anni d’età. Zumbì è chiamato anche ”Eis o Espírito”, e come tale è diventato una leggenda e venne spesso citato dagli abolizionisti come eroe e martire.

1712
Capoeira Brasile
Padre Rafael Bluteau

Prima traccia della parola capoeira nel vocabolario portoghese e latino di Padre D. Raphael Bluteau (1638-1734), tuttavia il significato non si riferisce alla lotta.

1733
Karate Okinawa
Sakugawa "Tode" Kanga (1733-1815)
Sakugawa "Tode" Kanga

Il 5 marzo a Shuri (Okinawa) nasce il Maestro Sakugawa “Tode” Kanga, precursore del karate moderno e conosciuto come il “Padre del karate di Okinawa”. Fu il primo maestro a tentare la sistematizzazione del Tode, termine da lui coniato per individuare l’arte del combattimento a mano vuota. È ritenuto il maestro di Matsumura Sokon, purché non esistano prove certe che confermino questa tesi.

1756
Karate Okinawa

Muore il Maestro Chatan Yara.

Karate Okinawa
Re Sho Boku (1739-1794)
Re Sho Boku

Il sapposhi Guan Kui arriva ad Okinawa il cui re è Sho Boku.

1760
Karate Okinawa

Muore il Maestro Takahara Peichin.

1762
Karate Okinawa

Una nave tributaria okinawense in rotta verso Satsuma, dirottata da un violento tifone approdò sulle coste di Oshima (Prefettura di Kochi), sull’Isola di Shikoku. Ryoen Tobe, uno studioso confuciano, raccolse le testimonianze dei passeggeri in un diario intitolato Oshima Ikki (l’incidente di Oshima). In questo diario compare per la prima volta in assoluto un nome che avrà risonanza mondiale nel mondo del karate: Kusanku. Questo Kusanku viene descritto come un esperto di kempo, nello specifico di Kumiaijutsu. Kusanku viaggiava con un piccolo seguito di allievi e si crede che fosse giunto a Okinawa al seguito del sapposhi Guan Kui. La descrizione dell’abilità nel combattimento di Kusanku aveva meravigliato i presenti. Non solo era in grado di sconfiggere avversari fisicamente più imponenti di lui, ma era solito combattere con una mano poggiata sul petto. Una delle sue manovre preferite era quello di falciare le gambe degli avversari con una presa a forbice.

Karate Okinawa

In quest’epoca si collocano i viaggi del Maestro Sakugawa “Tode” Kanga in Cina.

1770
Capoeira Brasile

Primo riferimento a una forma di lotta del termine capoeira.

1784
Taekwondo Corea

Introduzione del cristianesimo che con la sua diffusione apportò elementi nuovi e inaspettati nella cultura tradizionale.

1789
Capoeira Brasile

Il 25 aprile, avviene la prima menzione del termine capoeira negli archivi della polizia all’arresto di Adamo, uno schiavo accusato di essere un capoerista.

1798
Karate Okinawa
Sokon Matsumura (1809-1901)
Sokon Matsumura

Nasce a Shuri (Okinawa) il Maestro Sokon Matsumura, il primo maestro a strutturare il karate in maniera organica gettando le basi per la nascita di una vera scuola di karate a Okinawa. Fu il maestro di Anko Asato e Anko Itosu.

Le Arti Marziali nel mondo: elenco completo

Premessa

Il termine Arti Marziali, partorito in Occidente per definire un insieme di discipline di provenienza tipicamente orientale, ha dato luogo a più di un fraintendimento. Etimologicamente la parola marziale ci fa pensare a immagini belliche derivate dalla mitologia greca e specificatamente al Dio Marte che della guerra era appunto il nume.
Si è così avallato il paradosso che gli studi sul combattimento corpo a corpo nati in Oriente fossero al contempo finalizzati a una pratica bellica e capaci di promuovere uno sviluppo filosofico dei praticanti, ma la realtà è ben diversa.
Se si analizzano le cosiddette Arti Marziali nella loro essenza più profonda risulta chiaro che, con la guerra, esse hanno ben poco da spartire. Da sempre gli eserciti hanno trascurato lo studio delle tecniche sofisticate di combattimento corpo a corpo, preferendo affidare l’efficacia dei loro assalti alla potenza delle armi e al numero dei soldati impegnati sul campo.
“Discipline del corpo” è decisamente una definizione più esatta in quanto comprende tutta la gamma di possibilità offerta dalla pratica delle Arti Marziali.
Queste diventano non solamente una tecnica per ridurre a malpartito un avversario ma anche un metodo per rafforzare il fisico e la psiche tramite esercizi strettamente collegati con la medicina orientale e, non ultima, una pratica sportiva in grado di sviluppare le migliori qualità dell’uomo: coraggio, determinazione, coordinazione e socialità.
A questo punto è opportuno operare una distinzione tra le varie categorie di praticanti. Ci sono coloro che vengono attirati da uno stile particolare, spinti da una necessità sempre molto sentita dal pubblico: l’autodifesa. Le donne e i ragazzi, ma anche molti uomini adulti, si decidono a indossare il loro primo gi proprio per sentirsi più sicuri per le strade.
Al polo opposto si collocano coloro che sono più interessati al lato esoterico delle discipline da combattimento. Questi allievi non praticano spinti dal desiderio di apprendere una tecnica con un fine preciso. Piuttosto cercano una disciplina mentale oltre che fisica. Sono più interessati alla storia, alla filosofia e agli aspetti che legano le arti da combattimento con la medicina tradizionale dell’Oriente.
Tra questi due gruppi si collocano gli sportivi puri, coloro che traggono piacere dal sudore, dalla fatica e dallo spirito agonistico stimolato dalle competizioni.
Autodifesa, salute fisica, psichica e sport, quindi. Finalità non incompatibili ma che trovano specializzazioni in alcune Arti Marziali più che in altre.
Purtroppo alcune arti non sono state tramandate e si sono perdute, ma rimane comunque un viaggio affascinante nella ricerca delle più efficaci arti da combattimento.
Quindi Arti Marziali, sport da combattimento, sistemi di combattimento o difesa, quello che troverete di seguito è un elenco ovviamente non esaustivo né completo delle varie discipline suddivise geograficamente.

Arti Marziali Asiatiche

GIAPPONE (日本武芸)

  • Aikido (合気道)
  • Aikijutsu
  • Bōjutsu (棒術)
  • Budo-Taijutsu (武道体術)
  • Iaido (居合道)
  • Iaijutsu (居合術)
  • Jikishinkage ryu
  • Jojutsu (杖術)
  • Jodo
  • Judo (柔道)
  • Jujutsu (柔術)
  • Jutaijutsu (柔体術)
  • Karate (空手)
    • Daido Juku
    • Shotokan Karate
    • Shotokai Karate
    • Wado-ryu Karate
    • Shorin-ryu Karate
    • Shorei-ryu Karate
    • Goju-ryu Karate
    • Uechi-ryu Karate
    • Isshin-ryu Karate
    • Kyokushin-kai Karate (Kyokushin-kan Karate)
    • Shinseikai (Stile di Karate Full Contact derivato dal Kyokushin Kai)
    • Seido Karate
    • Shito-ryu Karate
    • Chito-ryu Karate
    • Fudokan Karate
    • Shuri-te (Tode di Okinawa)
    • Naha-te (Tode di Okinawa)
    • Tomari-te (Tode di Okinawa)
  • Kenpo (拳法)
  • Kendo (剣道)
  • Kenjutsu (剣術)
  • Kick boxing
  • Kyujutsu
  • Kyudo (弓道)
  • Kobudo (古武道)
  • Nanbudo (南武道) (originariamente Sankukai Karate)
  • Naginata-jutsu
  • Naginata-do (薙刀道)
  • Ninjutsu (忍術)
  • Ninpō (忍法)
  • Shinseikai
  • Shintaido (新体道)
  • Shinwa-Taido
  • Shorinji Kenpō (少林寺拳法)
  • Shooto (修斗)
  • Shoot boxing (シュートボクシング)
  • Sōjutsu (o Yarijutsu)
  • Sumo (相撲)
  • Taijutsu (体術)
  • Taido (躰道)
  • Taikiken (太気拳)
  • Tantojutsu (短刀術)
  • Tegumi (手組)
  • Tennen Rishin Ryū (天然理心流)
  • Tessenjutsu
  • Yarijutsu
  • Yoseikan budo
  • Yoseikan Ryu
  • Arti di Okinawa
    • Kobudo
    • Okinawate (karate okinawense)

CINA (中國武術)

I centinaia di differenti stili di arti marziali cinesi sono chiamate collettivamente Kung-fu (功夫), Wu-shu (武術), Kuo-shu (國術), o Quan-Fa (拳法) a seconda delle persone o gruppi di esse che le praticano.
 
Interni o stili morbidi 內家, nei chia, (pinyin nèi jiā):
  • Baguazhang (八卦掌 Pa Kua Chang)
  • Liuhe Bafa (六合八法 Liu He Pa Fa, Lok Hup Ba Fa)
  • Kenpō
  • Taijiquan (太極拳 T’ai Chi Ch’uan)
  • Wuji quan
  • Xingyiquan (形意拳 Hsing-i Ch’uan)
  • Yiquan (意拳 I Ch’uan)
 
Esterni o stili duri 外家, wei chia (py wài jiā):
  • Bai He Quan
  • Bajiquan (八極拳)
  • Black Tiger Kung Fu (黑虎拳)
  • Chin Na (擒拿)
  • Choy Lay Fut (蔡李佛)
  • Chuo Jiao (戳腳)
  • Do Pi Kung Fu
  • Yingzhaoquan (鷹爪翻子拳)
  • Emei Quan (峨嵋拳)
  • Fanziquan (翻子拳)
  • Hop Gar
  • Hung Gar (洪家)
  • Wing Chun
  • Lohan Quan
  • Mei hua quan (梅花拳)
  • Houquan (猴拳)
  • My Jong Law Horn (迷蹤羅漢拳)
  • Nanquan (南拳)
  • Pak Mei (白眉拳)
  • Wu Jia Quan Fa
  • San shou (散手)
  • Sanda
  • Shaolinquan (少林拳)
  • Shuai Chiao (摔跤 Shuaijiao)
  • Shequan (蛇拳)
  • Tantui (彈腿/譚腿)
  • Ta Fang Tao (Da Feng Dao)
  • Tang Lang Quan
  • Tompei Quan (通背拳)
  • Yau Kung Mun

INDONESIA

  • Kuntao
  • Silat
  • Tarung Derajat
  • Harimao

INDIA

  • Gatka
  • Kalarippayattu = kalaripayattu
  • Nillaikalakki Silambam
  • Marma Adi
  • Mallak-rida
  • Malla-rida
  • Malla-yuddha
  • Niyuddha-kride
  • Vajra Mushti

KOREA (韓國武術)

  • Geomdo
  • Bonguk-Geomdo
  • Jundo Hapkido
  • Gjogsul
  • Hapkido (合氣道)
  • Haidong Gumdo (海東劍道)
  • Hoi Jeon Moo Sool
  • Hup Kwon Do
  • Hwa Rang Do (花郎道)
  • Kong Soo Do
  • Kuk Sool Won (國術院)
  • Kumdo (劍道 Gumdo)
  • Kwon Pup (拳法)
  • Kyeoktooki
  • Kyuki Do
  • Soo Bahk Do (手搏道)
  • Ssireum (씨름) – o lotta coreana
  • Sul Sa Do
  • Taekyon (택견)
  • Tae Soo Do
  • Tae Kwon Do (跆拳道)
  • Tangsudo (唐手道)
  • Tukong moosul (特攻武術)
  • Yudo (柔道)
  • Yusul (柔術)

MONGOLIA

  • Buh o Lotta mongola

BORNEO

  • Silat

MYANMAR

Le arti marziali Burmese sono collettivamente chiamate thaing

  • Bando
  • Banshay
  • Lethwei
  • Naban

CAMBOGIA

  • Bokator o Khmer Boxing

LAOS

  • Lao Boxing
  • Ling Lom

TIBET

  • Sengueï Ngaro
  • Choy gar
  • Pak Hok Pai

MALESIA

  • Silat

FILIPPINE

  • Arnis
  • Buno
  • Combat Judo
  • Dumog
  • Estoca
  • Estocado
  • Gokusa
  • Kali Sikaran
  • Kino mutai
  • Kombatan
  • Kuntaw
  • Kuntaw Silat
  • Panandata
  • Pukulan
  • Sagasa
  • Sikaran
  • Silat
  • Suntukan

SAMOA ORIENTALI

  • Limalama

SINGAPORE

  • Anam Kombat
  • Rhee Tae-Kwon-Do

SRI LANKA

  • China adi
  • Angampora

TAIWAN

  • Bujindo Jugempo

THAILANDIA

  • Krabi Krabong
  • Lerdrit
  • Muay Boran
  • Muay Thai

VIETNAM

  • Vovinam Viet Vo Dao
  • Vo Co Truyen
  • Vo Thuat (武秫)
  • Viet Vo Dao/ Viet Vu Dao/ Viêt-Võ-Dao (越武道)
  • Viet boxing (o Vo Tu Do)
  • Viet Tai Chi
  • Qwan Ki Do (Quan Khi Dao)
  • Han Bai
  • Thanh Long
  • Tu-Thân
  • Tran Minh Long
  • Nguyen Trung Hoa
  • Binh Dinh (Tay Son) (平定)
  • Kim Ke
  • Cuong Nhu
  • Yong Chun
  • Wu Tao

UZBEKISTAN

  • Kurash

Arti Marziali Africane

CAMERUN

  • Lotta dei Duala

EGITTO

  • Scherma egiziana

KENYA

  • Massaï

MADAGASCAR

  • Moraingy

SENEGAL

  • Dioula (arte marziale)
  • Lotta senegalese

SUDAFRICA

  • Amok
  • Scherma Zulu

SUDAN

  • Lotta della Nuba

ALTRE ARTI MARZIALI AFRICANE

  • Canarian fighting
  • Kalindi Lyi

Arti Marziali Europee

  • Lotta greco-romana
  • Pancrazio
  • Scherma sportiva
  • Scherma storica
  • Leonese
  • Wrestling amatoriale

DANIMARCA

  • Four Range Fighting System
  • Selvforsvarsmaerket

FINLANDIA

  • Kas-pin
  • Mil Fight
  • Baltkast o Lotta finlandese

FRANCIA

  • Brancaille
  • Lutta corsa
  • Lutte Parisienne
  • Savate o Boxe francese
  • Savate-Danse du Rue
  • Gouren
  • Gure o Lotta bretone
  • Scherma Tradizionale Francese

GERMANIA

  • Anti Terror Kampf
  • Gojutedo
  • Individual Fighting Concepts Mallepree
  • Kampfringen
  • Kenjukate
  • MilNaKaDo
  • Nindokai
  • Stockfechten
  • Taijutsu Goju Ryu
  • Taijutsu Kobu Ryu
  • JuJutsu tedesco
  • Scherma Tradizionale Tedesca

GRECIA

  • Pancrazio (combattimento totale)
  • Pygmachia (pugilato)
  • Orthepale (lotta)

GRAN BRETAGNA

  • Cornish wrestling
  • Cumberland wrestling
  • Kosho (fictional)
  • Llap-goch (a parody)
  • Lutte Breton
  • Purring
  • Ryoute
  • Spirit combat (derivato dell’inglese Aiki-Jutsu)
  • Westmoreland wrestling
  • Lancashire wrestling
  • Bartitsu
  • Scherma tradizionale inglese

IRLANDA

  • Bata
  • Collar and Elbow

ISLANDA

  • Glima o lotta islandese

ITALIA

  • Kenjitsu Hasakido Shuhari
  • Newfight
  • Scherma tradizionale italiana
  • Pugilatus caestis
  • Kick jitsu
  • Lotta gladiatoria
  • Lotta campidanese
  • Luctatio
  • Lucta erecta(in piedi)
  • Lucta volutatoria (a terra)
  • T’Ien Shu
  • Sa strumpa
  • Kombo
  • Scherma col bastone da passeggio italiano o canna italiana
  • Arti marziali di bastone italiane
  • Gambetto genovese (forma di lotta)
  • Tecniche italiane di coltello

NORVEGIA

  • Stav

OLANDA

  • Amsterdams Vechten
  • Esgrima olandese
  • Kickboxing olandese

PORTOGALLO

  • Jogo do Pau
  • Pombo

POLONIA

  • Combat 56
  • Signum Polonicum
  • BAS-3

RUSSIA

  • Armeiskii rukopashnyi boi
  • Boevoi Gopak
  • Buza
  • Kolo
  • Kulachnoi Boya
  • ROSS
  • Rukopaschnij Boj
  • Russky Stil
  • Boxe russa
  • Sambo (Sombo, Cambo, Combo)
  • Samoz
  • Skobar
  • Slada
  • Slawjano-Goritzkaja Borba
  • Systema
  • UNIBOS
  • Velesova Borba
  • Vyhlyst
  • Wjun

SCOZIA

  • Greenoch
  • Scottish Backhold

SERBIA

  • Aikido reale
  • Fudokan-Šotokan (WTFSKF)
  • Svebor (Society of Serbian Knightly Fighting)

SPAGNA

  • Lucha leonesa
  • Palo canario
  • Lucha canaria
  • Zipota
  • Trisistema
  • Pelea gitana
  • Esgrima española
  • Verdadera Destreza

SVEZIA

  • Byxhast-Balgtag o lotta svedese

SVIZZERA

  • Schwingen o osenlupf o lotta svizzera
  • Rangein o lotta tirolese

UNGHERIA

  • Esgrima magiara

Arti Marziali Mediorientali

IRAN

  • Kung Fu Toa
  • Razm Avar
  • Koshti Pahlevanee
  • Koshti Azad
  • Tua system
  • Sistema Zur Khuneh

ISRAELE

  • Sistema Haganah
  • Krav Maga
  • Kapap Lotar
  • Kapap Krav Operational

TURCHIA

  • Yağlı güreş
  • Lotta turca o Lotta anatolica

Arti Marziali Sudamericane

ARGENTINA

  • Esgrima criolla
  • Juego de cañas
  • Ryong Do
  • Boxeo marcial argentino
  • Shangai kid

BOLIVIA

  • Tinku
  • Lucha de cholitas

BRASILE

  • Capoeira
  • Valetudo
  • Ju jitsu brasiliano
  • Luta livre
  • Kombato (Arte marziale militare brasiliana)

CILE

  • Kollellaullin
  • kechu rëpü
  • 16 cortes
  • Cai-ten
  • Esgrima corvo
  • Sung-thru

COLOMBIA

  • Grima

ECUADOR

  • Jutekwon

PERÚ

  • Lu-Ju-Tai

VENEZUELA

  • Garrote tocuyano
  • Hiramatsu Kai
  • Sanjal Uiam
  • Karate libre

Arti Marziali Nordamericane

CANADA

  • Oki-Chi-Taw
  • Yeshua-Do

U.S.A.

  • 10th planet jiu-jitsu
  • American Kempo o Kempo Karate
  • Amok
  • Catch As Catch Can Wrestling
  • Chun Kuk Do
  • Combat Submission Wrestling
  • Combat Hapkido
  • Grappling
  • Hurricane Combat Arts (Frank Monsalve’s Hurricane, Hurricane)
  • Jeet Kune Do (Jeet Kuen Do, JKD, Jun Fan Gung Fu)
  • Inoue grappling
  • Jim Wagner Reality-Based Personal Protection
  • Kajukenbo
  • Kickboxing
  • Marine Corps LINE Combat System sistema di combattimento del corpo dei marines
  • Miletich Fighting Systems
  • Stili di combattimento dei nativi americani
  • PraMek
  • Pro-Wrestling
  • Progressive Fighting System
  • Ryukyu Kempo
  • Red Warrior o Tushka-homa
  • Savate and Muay Thai Crosstraining (STX)
  • S.C.A.R.S.
  • Taiho-Jitsu americano
  • To-shin do
  • World War Two Combatives
  • Defendo (Combato, Underwood Systems)
  • Defendu (Close Quarters Combat System, Gutter Fighting, Fairbairn System)
  • Zipota

HAWAII

  • Hawaiian Lua
  • Kajukenbo

MESSICO

  • Yaomachtia
  • Xilam
  • Esgrima Colonial
  • Lucha tarahumara
  • Chupa porrazo
  • Taekworkuot
  • Lucha de piernas mexicana

COSTA RICA

  • Retsuken Ryu

CUBA

  • Machete cubano
  • Lucha del tolete
  • Mani
  • Kaisendo
  • Kansen Ryu
  • ShinKaiDo Ryu
  • Kenpo cubano

HAITI

  • Machete haitiano

PORTO RICO

  • Kyo dai Ryu
  • Jiuwaithai
  • Jedan-Ryu Jujitsu

ALTRE ARTI

  • Chi Ling Pai Gung Fu
  • C’hi Kung Tit-Po-San
  • Grappling
  • Nanbudo
  • Sanshinkai Karate
  • Taekido
  • Taiho-Jitsu

Cronologia della storia delle arti marziali

Dal 1911 al 1937 (Parte 3/6)

1911
Judo Giappone

Il Prof. Jigoro Kano fonda la Scuola dei Maestri del Kodokan e diviene il primo presidente della Japan Athletic Association.

Judo Giappone

Il judo viene adottato come sistema educativo del Giappone.

1912
Judo Svezia

Jigoro Kano accompagna la prima delegazione giapponese ai Giochi Olimpici di Stoccolma.

Karate Okinawa
Meitoku Yagi (1912-2003)
Meitoku Yagi

Il 6 marzo a Naha (Okinawa) nasce il Maestro Meitoku Yagi, sarà in seguito il successore del Maestro Chojun Miyagi.

Karate Okinawa

Membri dell'Esercito Giapponese (Marina Militare) vedono una dimostrazione di karate.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba comanda un gruppo di coloni che dalla Provincia di Kii decidono di stabilirsi su nell'isola di Hokkaido, in Aza-Shirataki, villaggio di Kamiwakibetsu, nella Corea Monbetsu, con l'intento di risollevare lo sviluppo dell'isola.

1915
Karate Okinawa

Il 26 marzo a Naha muore il Maestro Anko Itosu.

Karate Okinawa

A dicembre muore anche il Maestro Higaonna. Il suo miglior allievo, Chojun Miyagi, è il successore di Naha-te.

Aikido Giappone
Takeda Sokaku

Morihei Ueshiba incontra il Maestro Sokaku Takeda (1859-1943) (in foto) grande specialista di Daito-ryu Aikijujutsu, incontro che segnerà il futuro sviluppo dell'aikido, e nel mese di marzo partecipa al suo primo seminario di 10 giorni.

1916
Aikido Giappone

Morihei Ueshiba studia intensamente Daito-ryu Aikijujutsu.

1917
Aikido Giappone

Nasce il primo figlio maschio di Morihei Ueshiba, Takemori.

1918
Aikido Giappone

Morihei Ueshiba è consigliere comunale nel villaggio di Kamiwakibetsu dal giugno 1918 ad aprile 1919.

Taekwondo Corea
Choi Hong-hi (1918-2002)
Choi Hong-hi fondatore del Taekwondo

Il 9 novembre nasce Choi Hong-hi, a Hwa Dae nel distretto di Myong Chon, nell'attuale Repubblica Democratica di Corea (Corea del Nord), che a quel tempo era sotto il dominio giapponese (1909-1945).

Karate Okinawa

Gruppi di esperti di karate iniziano a incontrarsi e allenarsi insieme.

1919
Judo Giappone

Ancora un trasferimento a dicembre per ingrandire il proprio dojo che ora misura ben 514 tatami. Il Maestro Jigoro Kano sposta la sede del Kodokan a I-chome, Kasuga-cho, Bunkyo-ku.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba apprende la notizia del padre malato quindi lascia Hokkaido per fare ritorno a casa. Trasferisce la terra e le proprietà al suo Maestro, Sokaku Takeda.

1920
Judo Inghilterra

Jigoro Kano, in viaggio verso Anversa, fa visita al Budokwai del Maestro Gunji Koizumi convincendolo a inserire il judo fra i programmi d'insegnamento del suo dojo.

Judo Belgio

Il Maestro Jigoro Kano presenzia alla VII Olimpiade in Anversa.

Aikido Giappone
Onisaburo Deguchi guida spirituale di Morihei Ueshiba

Durante il tragitto di ritorno verso casa, Morihei Ueshiba si ferma ad Ayabe per conoscere Onisaburo Deguchi (1871-1948) (in foto), personaggio famoso per le sue tecniche di Chinkon Kishin (calmare lo spirito e ritornare in uno stato divino) e inoltre capo carismatico della setta religiosa Omoto-kyo, cui rimane legato e da cui verrà fortemente influenzata la sua formazione spirituale.

Aikido Giappone

Quando il Maestro Ueshiba arriva a Tanabe il padre, Yoroku Ueshiba, è appena morto (2 gennaio) all'età di 76 anni.

Aikido Giappone
Dojo Ueshiba Juku

Morihei Ueshiba si trasferisce con la famiglia ad Ayabe, nella Prefettura di Kyoto, centro della Religione Omoto. Costruisce, attaccato alla sua casa, il dojo "Ueshiba Juku".

Aikido Giappone

Ad aprile nasce il secondo figlio maschio di Morihei Ueshiba, Kuniharu.

Aikido Giappone

Ad agosto muore il primo figlio di Ueshiba, Takemori.

Aikido Giappone

A settembre, muore anche il secondo figlio del Maestro Ueshiba, Kuniharu.

1921
Judo Giappone
Go-Kyo

Formulazione del 2° Go-kyo, quello attuale, da parte di Jigoro Kano con l'aiuto dei suoi allievi più esperti e dei Maestri delle ultime scuole di jujutsu assorbite dal Kodokan.

Judo Giappone

Nasce il Judo Medical Research Society.

Aikido Giappone

Avviene il primo incidente Omoto.

Aikido Giappone
Kisshomaru Ueshiba (1921-1999)
Kisshomaru Ueshiba

A giugno nasce in Ayabe il terzo figlio maschio del Maestro Ueshiba, Kisshomaru Ueshiba, che diventerà Doshu alla morte del fondatore dell'aikido.

Karate Okinawa
Imperatore Showa

Il principe ereditario Hirohito (1901-1989) (in foto) in viaggio per l'Europa assiste a Okinawa a una dimostrazione effettuata dal Maestro Gichin Funakoshi.

1922
Judo Giappone

Il judo viene dichiarato completo nei suoi mezzi e nei suoi fini.

Judo Giappone

Il Kodokan diviene società pubblica.

Judo Giappone

Fondazione della Società Culturale del Kodokan.

Karate Giappone

In seguito al successo della dimostrazione del 1921 il Maestro Gichin Funakoshi viene invitato a Tokyo dal Maestro Jigoro Kano per dare una dimostrazione al Kodokan, portando il karate in Giappone. Non tornerà mai più a Okinawa.

Aikido Giappone

Muore la madre del Maestro Ueshiba, Yuki.

Aikido Giappone

Sokaku Takeda e famiglia si fermano ad Ayabe dal 28 aprile al 15 settembre.

Aikido Giappone
Kyoju Dairi

A settembre, Morihei Ueshiba, riceve dal Maestro Takeda il Kyoju Dairi, la qualifica di istruttore di Daito-ryu Aikijujutsu (nella foto).
La tecnica del Maestro Morihei Ueshiba prende il nome di aikibujutsu, meglio conosciuta come Ueshiba-ryu Aikibujutsu.

1923
Karate USA
Robert A. Trias (1923-1989)
Robert A. Trias (1923–1989), apre il primo dojo americano a Phoenix, Arizona e diventa noto come “il padre del karate americano”.

Il 18 marzo, a Tucson, in Arizona, nasce il Maestro Robert A. Trias, noto come il "Padre del karate americano". Svilupperà lo stile Shuri-ryu, uno stile eclettico, con radici nella tradizione dello Shuri-te di Okinawa.

1924
Judo Italia

Il 30 marzo viene costituita la Federazione Jiu-Jitsuista Italiana (FJJI) presieduta dal Comm. Antonello Caprino. Il primo articolo del regolamento tecnico federale riconosceva "quale metodo ufficiale di jiu-jitsu, il Metodo Kano".

Judo Italia
Primo Campionato Italiano di Judo

Il 20 e 21 giugno si disputa, a Roma, il Primo Campionato Italiano di Judo.
Nella foto i partecipanti assieme al Maestro Oletti.

Karate Giappone

Il Maestro Gichin Funakoshi apre il primo dojo di karate in Giappone all'Università di Keio.

Aikido Manciuria

Morihei Ueshiba lascia Ayabe con Onisaburo per la Manciuria dove avrebbero dovuto fondare un nuovo governo mondiale basato su principi religiosi. Questa spedizione fallì; divennero vittime di un complotto e, catturato e imprigionato dall'esercito Cinese, riesce a scampare al plotone d'esecuzione.

1925
Aikido Giappone

Aikibujutsu diventa aikibudo. Do al posto di jutsu cambia il significato da "arte marziale dell'aiki" a "Via dell'aiki".

Aikido Giappone
Yamamoto Gombei

Morihei Ueshiba tiene una dimostrazione per l'ex primo ministro Gombei Yamamoto (1852-1933) (in foto) a Tokyo, nella residenza di Isamu Takeshita, davanti ai più alti ufficiali militari e dignitari di corte.

1926
Judo Giappone
Shi-han Jigoro Kano in una sezione di judo femminile nel 1935

Viene formalmente aperta la sezione femminile al Kodokan.

Nella foto: Shi-han Jigoro Kano in una sezione di judo femminile nel 1935.

Karate Okinawa

Il Maestro Meitoku Yagi inizia la formazione sotto la guida del Maestro Chojun Miyagi.

Aikido Giappone
Tadashi Abe (1926-1984)

Nasce il Maestro Tadashi Abe.

1927
Judo Italia
Federazione Italiana Lotta Giapponese FILG

In Italia la Federazione Jiu-Jitsuista Italiana (FJJI) viene trasformata in Federazione Italiana Lotta Giapponese (FILG) sotto la guida del dinamico Giacinto Pugliesi, presidente della "Colombo".

Aikido Giappone

Il fondatore dell'aikido si trasferisce a Tokyo con tutta la famiglia e allestisce un dojo provvisorio nella sala da biliardo del palazzo del Conte Shimazu a Shiba, Shirogane in Sarumachi dove inizia l'insegnamento della "Via dell'Aiki".

1928
Judo Olanda

Il Prof. Jigoro Kano presenzia alla IX Olimpiade in Amsterdam.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba si sposta a Shiba, Tsunamachi, dojo temporaneo.

1929
Aikido Giappone

Il Maestro Morihei Ueshiba si trasferisce con la famiglia a Shiba, Kuruma-machi, dove sistema un dojo momentaneo.

1930
Karate Okinawa

Il Maestro Chojun Miyagi è il primo Maestro ad assegnare un nome, Goju-ryu, per il suo particolare stile di karate.

Aikido Giappone

Morihei Ueshiba si trasferisce a Shimo-ochiai in Mejiro nel dojo provvisorio in attesa del nuovo dojo a Wakamatsu-cho.

Aikido Giappone
Minoru Mochizuki fondatore del dojo yoseikan

Nell'ottobre, il Maestro Morihei Ueshiba, riceve la visita del Maestro Jigoro Kano, fondatore del Judo Kodokan, che dopo aver osservato una sua dimostrazione nel Mejiro Dojo, invia molti studenti del Kodokan a studiare da Ueshiba Sensei, tra cui Minoru Mochizuki (1907-2003) (nella foto).

Taekwondo Corea

Choi Hong-hi assiste a un evento tristemente famoso in Corea. Un gruppo di studenti giapponesi insultò e molestò degli studenti coreani sul treno diretto a Kwang Ju. Quando il treno arrivò a Kwang Ju, gli studenti coreani, furiosi e irritati, circondarono i giapponesi e li picchiarono duramente. Più tardi arrivò la polizia giapponese che represse crudelmente il gruppo di studenti coreani con armi da fuoco.

Taekwondo Corea

Choi Hong-hi all'età di 12 anni pianificò e guidò una protesta contro le autorità giapponesi e per questo venne espulso dal sistema scolastico.

1931
Judo Italia

A febbraio la Federazione Italiana Lotta Giapponese (FILG) viene sciolta e la sua attività inquadrata nella Federazione Atletica Italiana (FAI).

Aikido Giappone
Inaugurazione Kobukan Dojo
Ad aprile si inaugura il Dojo Kobukan a Wakamatsu-cho, Shinjuku; diventerà poi l'Hombu Dojo. I cinque anni successivi furono molto intensi, in quanto il Maestro Ueshiba insegnò anche in altri tre Dojo.

Nella foto fatta durante l'inaugurazione si riconoscono: in prima fila, terza e quarto da sinistra, Hatsu Ueshiba e Kisshomaru Ueshiba; seduti al centro, Morihei Ueshiba, l'ammiraglio Seikyo Asano, l'ammiraglio Isamu Takeshita e il generale Makoto Miura.

Aikido Giappone

Sokaku Takeda insegna dal 20 marzo al 7 aprile presso il Dojo Kobukan. Per l'ultima volta il nome di Morihei Ueshiba appare tra gli iscritti sul libro di Takeda.

1932
Judo USA

Il Prof. Jigoro Kano presenzia alla X Olimpiade di Los Angeles.

Aikido Giappone
Budo Sen yokai

Si stabilisce il Budo Sen'yokai (Società per la Promozione delle Arti Marziali) con a capo Morihei Ueshiba.

Nella foto di gruppo scattata ad Ayabe nel 1932 sotto la bandiera del Budo Sen'yokai si riconoscono: nella seconda fila, in piedi Morihei Ueshiba, Sumiko Deguchi e Onisaburo Deguchi; seduta tra Onisaburo e sua moglie, la nipote di Ueshiba, Yoichiro Inoue.

Capoeira Brasile

Mestre Bimba apre a Salvador de Bahia, la sua Academia di Luta Regional Bahiana, in seguito chiamata più semplicemente capoeira Regional.

1933
Judo Europa

Jigoro Kano visita l'Europa per offrire Tokyo come sede per la XII Olimpiade.

Karate Giappone
Dai Nippon Butokukai

Il karate apre la sua sezione all'interno del Dai Nippon Butokukai. Miyagi e Chibana registrano i loro gruppi come Goju-ryu e Shorin-ryu.

Nella foto la sede del Dai Nippon Butokukai nel 1932.

Aikido Giappone
Budo Renshu

Il Dojo Kobukan pubblica il "Budo Renshu", un manuale tecnico illustrato che copre circa 166 tecniche. Ogni tecnica viene presentata in media con due o tre illustrazioni realizzate da Takato Kunigoshi, prima istruttrice donna di aikibudo e studentessa di una scuola d'arte.

1934
Judo Giappone

Primi Campionati del Giappone di judo.

Capoeira Brasile
Getulio Vargas

Il presidente/dittatore Getulio Vargas (1882-1954) legalizza varie espressioni culturali afro-brasiliane fino ad allora proibite, fra cui la capoeira.

1935
Judo Giappone
Premio Asahi

Il Maestro Jigoro Kano riceve il premio Asahi per il suo eccezionale contributo all'organizzazione dello sport in Giappone.

Il Premio Asahi è un premio assegnato dal giornale giapponese Asahi Shimbun per il possesso di borse di studio o di arti che hanno dato un contributo alla cultura o alla società. È stato creato nel 1929. Molti destinatari di questo premio sono stati successivamente onorati con un premio Nobel. È considerato uno dei premi più prestigiosi presentati da un'entità non governativa.

Aikido Giappone
Osaka Asahi

A Osaka, Morihei Ueshiba, partecipa a un documento filmato dal giornale Asahi con Takuma Hisa.

Nella foto il gruppo editoriale da Osaka Asahi. Seduti da sinistra a destra: Mitsujiro Ishii, Kenji Tomita, Takuma Hisa, Morihei Ueshiba, Hatsu Ueshiba e Kiku Yukawa. In piedi, da sinistra: Yoshitaka Hirota, Yoshiteru Yoshimura e Tsutomu Yukawa.

Aikido Giappone

Avviene il secondo incidente Omoto.

1936
Judo Germania
Jigoro Kano all'Olimpiade di Berlino durante la premiazione di Jesse Owens

Jigoro Kano presenzia alla XI Olimpiade di Berlino.

Nella foto si riconosce il Prof. Kano durante la premiazione di Jesse Owens.

Karate Giappone
Ideogramma Kara

Il Dai Nippon Butokukai cambia il kanji kara che significa "cinese", nel kanji kara che significa "vuoto".

Karate Giappone

Il Maestro Gichin Funakoshi chiama Shotokan-ryu il suo stile di karate.

1937
Aikido Giappone
Morihei Ueshiba e Zenzaburo Akazawa

Il nome di Morihei Ueshiba appare, insieme a quello di Zenzaburo Akazawa, sul libro delle iscrizioni della scuola Kashima Shinto-ryu.

Nella foto Morihei Ueshiba assieme a Zenzaburo Akazawa all'epoca della loro frequentazione della scuola di Kashima Shinto-ryu.

Taekwondo Giappone

Choi Hong-hi decise di trasferirsi in Giappone per accrescere la sua istruzione.

Taekwondo Giappone

Choi viene costretto, come tutti i soldati coreani, a servire l'esercito giapponese come "studente volontario". Inizia così la sua carriera militare.

Capoeira Brasile

Viene ufficialmente riconosciuta l'academia di Mestre Bimba.

LE NOSTRE SEZIONI

La storia, i Grandi Maestri e approfondimenti sulle Arti Marziali

Arti Marziali

Con arte marziale si intende un insieme di pratiche fisiche, mentali e spirituali legate al combattimento. Originariamente utilizzate per aumentare le possibilità di vittoria del guerriero in battaglia, oggi sono una forma di percorso di miglioramento individuale e di attività fisica completa oltre che difesa personale

JUDO

Il judo, Via della Cedevolezza, è un’arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale giapponese formalmente nato in Giappone con la fondazione del Kodokan da parte del Prof. Jigoro Kano, nel 1882. I praticanti di tale disciplina sono denominati judoisti o più comunemente judoka

KARATE

Karate è un’arte marziale nata nelle isole Ryukyu, (la cui più grande è l’isola di Okinawa), in Giappone. Fu sviluppato dai metodi di combattimento indigeni chiamati: te (lett. “mano”) e dal kenpo cinese

AIKIDO

Tecnica di difesa personale derivata dal jujutsu e compresa tra le arti marziali, che insegna a neutralizzare la presa o a parare i colpi di uno o più avversari; si basa soprattutto sulla proiezione degli avversari mediante rotazione

TAEKWONDO

Il taekwondo è un’arte marziale coreana e uno sport da combattimento a contatto pieno nato fra gli anni ’50 e ’60 (sport nazionale in Corea del Sud) basato principalmente sull’uso di tecniche di calcio, nonché l’arte marziale che conta il maggior numero di praticanti in tutto il mondo

CAPOEIRA

La capoeira è un’arte marziale brasiliana creata principalmente dai discendenti di schiavi africani nati in Brasile con influenza indigena brasiliana, caratterizzata da elementi espressivi come la musica e l’armonia dei movimenti (per questo spesso scambiata per una danza)